I miei libri


giovedì 3 dicembre 2015

Il tuo libro sarà un best-seller? La risposta in un algoritmo. Inkitt, da Social Writing a Editore

Cari astronauti,
oggi ho preparato per voi un post veramente curioso!
Ho strabuzzato gli occhi quando mi è giunta la notizia, ma mi sono trattenuta per cercare ulteriori info con più calma (che professionalità, eh? XD).
Ritorna la rubrica...


Consigli di sopravvivenza, curiosità editoriali,
e aneddoti sulle mie disavventure

nella jungla dell'Editoria

Direi che possiamo parlare di "Lato Oscuro dell'Editoria" poiché il fatto è avvolto da un alone di mistero...
Ma partiamo dall'inizio.
Dalla scorsa estate sono entrata in contatto con uno del team del Social Writing Inkitt che di volta in volta mi passava i comunicati stampa riguardanti i più diversi concorsi di racconti proposti nel sito. Trattandosi di una piattaforma social, la prima selezione avveniva attraverso i voti degli utenti, dopodiché spettava allo staff scegliere i primi tre classificati; al vincitore si proponeva un'offerta editoriale, dove Inkitt assumeva le vesti di agente.
Nei contest attualmente in corso, sembra che funzioni ancora così.
I concorsi restano, ma Inkitt ha deciso di andare oltre, e forse, svelare quello che era il vero obiettivo fin dall'inizio: diventare editore.
Ma Inkitt non funziona come Amazon Publishing; quest'ultimo si basa esclusivamente sulle recensioni utenti, mentre Inkitt vuole una valutazione seria e obiettiva, possibile grazie a un algoritmo.

Da piattaforma di Social Writing a editore: la storia di Inkitt

Dalla comunicazione che ho ricevuto:
"Dall'ultima volta che abbiamo parlato, Inkitt ha sviluppato un algoritmo di intelligenza artificiale in grado di prevedere con precisione i best-seller basandosi sulle letture dei primissimi utenti. Stiamo lanciando il nostro programma editoriale per gli autori dopo aver raccolto 1.100.000 $ la settimana scorsa - il giro di finanziamento è stato guidato da Silicon Valley, investitori Speedinvest.
Questo segna la fine di un'era in cui gli editori giudicavano gli autori in base ai loro gusti e sensazioni. Harry Potter è stata respinto da 13 editori, Twilight da 14, e Carrie di Stephen King da 30 editori. Questo non succederà più con il nostro algoritmo che prende decisioni sulla base di dati oggettivi di lettura pervenuti da lettori reali.

Dal blog di Inkitt ho cercato di approfondire il mistero di questo algoritmo: "A Inkitt stiamo costruendo algoritmi di intelligenza artificiale che analizzano la lettura dei dati e i livelli di coinvolgimento dei lettori. Questo ci permette di prendere decisioni obiettive e basate sui dati per capire se una storia ha il potenziale per diventare un best-seller. Questo è tutto basato sul comportamento dei vostri lettori - anche se hai solo pochi lettori all'inizio. Non è coinvolta l'opinione di alcun esperto. Il nostro obiettivo a lungo termine è quello di essere in grado di prevedere best-seller con una significativa statistica del 99,99 % sulla base dei dati di lettura."

Dal sito sito di Inkitt ho prelevato ulteriori informazioni.

La selezione avviene in questo modo:
  1. Si pubblica la propria storia nella piattaforma Inkitt
  2. Se ai lettori piace la storia, l'intelligenza artificiale lo segnala allo staff
  3. Lo staff contatta l'utente e propone un contratto di pubblicazione
Attenzione poi a questo procedimento:

- Prima, pubblicano la storia in formato ebook e avviano una campagna di marketing;
- Dopo, diventano agenti letterari il cui scopo è farvi concludere un contratto di pubblicazione del libro in formato cartaceo con uno degli editori nella loro lista.


Inkitt sta già lavorando alla sua prima pubblicazione, poiché durante il contest "Hidden Gems" (segnalato a suo tempo su Universi Incantati, qui) hanno scoperto tra i testi in gara i romanzi "The Rising Sun" e "Bright Star" di Erin Swan. Si tratta di un high-fantasy per giovani e adulti pieno di draghi, amicizia, amore e guerra (OMG è "Eleinda" versione inglese? No dai, mi distinguo perché il mio è ambientato nel futuro ;)).
Dal sito: "Il nostro algoritmo riferiva metriche fenomenali. Abbiamo subito preso contatto con Erin e aveva un contratto firmato entro 24 ore. Stiamo preparando il suo lancio. Lo scoprirete presto."

La prima pubblicazione di Inkitt: "The Rising Sun" di Erin Swan

Che dire, con il suo algoritmo Inkitt sta lanciando una bella provocazione all'editoria classica, e ad avvalorare la sua tesi lascia il link al sito Lit Rejections che elenca tutti i Best-Seller che sono stati inizialmente rifiutati dalle case editrici; con tanto di motivazione!
Alcuni esempi?
- "E' scritto così male" in riferimento a "Il Codice Da Vinci" (80 milioni di copie vendute)
- "Mi raccomando che sia sepolta sotto una pietra per un migliaio di anni" in riferimento a "Lolita" (50 milioni di copie vendute)
 - "La ragazza non ha, secondo me, quella speciale percezione o sentimento in grado di alzare il libro oltre il livello di curiosità iniziale" in riferimento a "Il diario di Anna Frank" (25 milioni)
- "Troppo radiale per una lettura giovanile tradizionale" in riferimento a "Il Mago di Oz" (15 milioni)
- "Un incubo senza fine. Credo che il verdetto sarebbe stato ' Oh, non leggere quel libro orribile" in riferimento a "La Guerra dei Mondi" (tuttora in ristampa)
- "Il nostro giudizio unanime è completamente contro il libro. E ' molto lungo, e un po' vecchio stile" su "Moby Dick".
E ancora: "Il colore viola", "Via col Vento", "La fattoria degli animali", "Piccole Donne", "Frankenstein"... se siete curiosi quanto me, andate a dare un'occhiata a quel sito; vi farete qualche risata ^^
Ma lasciatemi finire con "Carrie": "Non siamo interessati a fantascienza che si occupa di utopie negative. Non vendono" (1 milione di copie vendute in un solo anno).


E' proprio il caso di dire: ai posteri l'ardua sentenza!
Ma voi, intanto, cosa ne pensate di questa notizia?
Io seguirò senz'altro l'evolversi della situazione: sono troppo curiosa!


Nessun commento:

Posta un commento

Lascia una traccia di te nello spazio! Io la seguirò, e ti risponderò :)

La mia serie Urban Fantasy / Paranormal Romance / Sci-Fi


Creative Commons License

Questo blog è sotto licenza Creative Commons.
Articoli e recensioni sono opera di Valentina Bellettini, mentre i diritti delle opere segnalate restano proprietà dei rispettivi autori e case editrici.

Le immagini ed i video contenuti nel blog sono in genere sotto lincenza Royalty free, oppure sono stati presi dal web, quindi considerati di pubblico dominio. Per qualsiasi problema di copyright contattatemi e le immagini saranno rimosse. Grazie per la collaborazione!
Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia License

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Universi Incantati partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it/it
Amazon e il logo Amazon sono marchi registrati di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate