giovedì 26 ottobre 2017

Segnalazioni La Ponga Edizioni: "Varela e gli altri" (cronaca calcistica di Piero Cavallotti) e "Senza far rumore" (thriller di Riccardo Castiglioni)

Cari astronauti,
oggi devo recuperare con un nuovo post per non scombinare il mio calendario!
Ora vi propongo un altro paio di segnalazioni, stavolta targate La Ponga Edizioni.


Rubrica dedicata alle segnalazioni
di autori emergenti e case editrici
(per la tua segnalazione, scrivimi)

Si tratta di due libri molto diversi da loro, usciti lo scorso giugno: il primo è una cronaca calcistica, mentre il secondo è un thriller ambientato a Busto Arsizio.




Titolo: Varela e gli altri. Storie di palloni e di passioni
Autore: Piero Cavalletti
Editore: La Ponga Edizioni
Collana: L'ammiraglia
Genere: Cronaca calcistica
Data di uscita: 15 Giugno 2017
Formato: cartaceo ed ebook
Pagine: 130
IBSN: 9788897823599
Prezzo: € 12,00 cartaceo / € 2,49 ebook
Link per l'acquisto: amazon

"E' un libro ben scritto e che parla della passione nazionale per eccellenza: il calcio.
Sebbene l'inchiostro sia sempre versato per la cronaca di questo sport è raro trovare libri (a meno che non siano biografie di grandi calciatori) che parlano di esso. Piero Cavallotti scrive sì di calcio, ma lo fa con la passione e un talento che emozionano il lettore, portandolo in questo mondo che troppo spesso vediamo solo come mondanità sportiva."
L'editore

Sinossi:
C'è chi la chiama malattia, chi la chiama vizio, chi la chiama stupidità, chi la chiama addirittura oppio dei popoli. Io la chiamo passione. Anzi, passioni. Perché sono tante. Che ti vengono trasmesse da un nonno nella culla, o entrando in uno stadio, o prendendo a calci un pallone insieme a tanti come te. Che ti portano all'esaltazione per un bel gesto, alla commozione per una storia triste e romantica, alle lacrime, di disperazione per un gol preso, di gioia per un gol fatto. Sarà anche una malattia, ma è una gran bella malattia. Ecco, è a tutti i malati come me, che sono dedicate queste storie. Ma anche gli altri ci dovrebbero dare un'occhiata. Quelli per i quali il calcio è "ventidue miliardari in mutande che corrono dietro a un pallone" (che, come dice giustamente il mio amico Riccardo 'Bente' Rovinetti, sarebbe come definire le lasagne "una stratificazione di cereali e bovino macinato"). Fateci un salto, in queste pagine. Sta a vedere che alla fine cambierete idea.


"Ho sempre preteso il rispetto da parte dei miei avversari, perché sono stato sempre il primo a rispettare loro. E la prima forma di rispetto, la più importante, è non temerli. Sì, ne sono fermamente convinto: se hai paura del tuo avversario gli manchi di rispetto."

OOO

"Non credevo che sarebbero arrivati a questo. Sì, gli insulti, le minacce, ma a questo no. Se un giorno avessi letto sul giornale di un giocatore di calcio ucciso per un autogol mi sarei messo a ridere, o avrei avuto pietà di quel disgraziato paese in cui si fosse compiuto un dramma così assurdo. Invece eccomi qui, è capitato a me."


L'autore:
Classe 1960, bolognese per nascita e orgoglio. Consulente tributario e revisore legale per triste necessità, è sognatore, lettore, viaggiatore, scrittore, gourmet, tifoso, sinistrorso, sportivo per passione. Va giù di testa per il Bologna, la Fortitudo, il Rayo Vallecano, i romanzi di Sepùlveda, i film di Moretti, il tennis e il rum.






Titolo: Senza far rumore
Autore: Riccardo Castiglioni
Editore: La Ponga Edizioni
Collana: Nessun Alibi
Genere: Thriller
Data di uscita: 30 Giugno 2017
Formato: cartaceo ed ebook
Pagine: 272
ISBN: 9788897823612
Prezzo: € 18,00 cartaceo / € 4,99 ebook
Link per l'acquisto: amazon

"Un Thriller ambientato a Busto Arsizio e che rende anche omaggio al Liceo "Daniele Crespi" (la cui targa in copertina ci ha fatto finire anche sotto inchiesta del "MIUR")"
L'editore

Sinossi:
Una vita vissuta in sordina, una ragazza ignara del pericolo che corre, il passato oscuro che ritorna. Antonio, insegnante in pensione, conosce on line Claudia, un'universitaria appassionata di libri come lui. Le strade dei due si divideranno per colpa di un banale equivoco per poi tornare a incrociarsi quando, dal passato di Antonio, un vecchio incubo dimenticato emergerà minacciando Claudia.


“Al Professore la primavera piaceva. Le mattine, rischiarate da una luminosità che dopo mesi di grigiore invernale sembrava irreale, erano la cornice ideale per una passeggiata al Parco. Il Professore si avviava di buon mattino con il giornale sotto braccio e un libro nella borsa; si piazzava al sole sulla solita panchina, ripetendo i medesimi gesti in una consuetudine rassicurante.”

OOO

"Immobile sulla mattonella all’altro capo della strada, la ragazza bionda, più pallida ed emaciata che mai, studiava la scena. Rimase ferma a fissare la finestra della stanza di Claudia; osservò la luce accendersi e spegnersi subito dopo, dopodiché riprese il suo triste incedere ammiccante.”

OOO

“«Il corpo senza vita del giovane docente è stato ritrovato intorno alle sette e mezza del mattino nel dipartimento di psicologia dell’Università, che si trova al secondo piano dell’edificio alle mie spalle. Il nome della vittima non è ancora noto, né al momento trapelano indiscrezioni; sono state escluse le cause naturali ma non vi sono indicazioni se si tratti di omicidio o suicidio.»”


L'autore:
Riccardo Castiglioni è nato nel 1971 a Busto Arsizio, dove abita. Laureato in Economia e Commercio, è direttore finanziario di una società del settore ottico. E’ sposato e ha due figlie. Senza far rumore è il suo primo romanzo.




Cosa ne pensate, carissimi?
Fatemi sapere nei commenti!





Nessun commento:

Posta un commento

Lascia una traccia di te nello spazio! Io la seguirò, e ti risponderò :)

La mia serie Urban Fantasy / Paranormal Romance / Sci-Fi