sabato 18 novembre 2017

Segnalazione Dark Fantasy: "Il Risveglio - L'Ordine di Daasanach" di Sara Gatti (Self-Publishing)

Cari astronauti buon sabato!
Oggi ho una nuova segnalazione per voi, davvero interessante!

Rubrica dedicata alle segnalazioni
di autori emergenti e case editrici
(per la tua segnalazione, scrivimi)

Si tratta del primo episodio di una trilogia Dark Fantasy con risvolti Romance, un viaggio che mette a nudo i due protagonisti Sana e Matt, e tutti i personaggi che via via si avvicendando.
L'autrice ci garantisce che c’è mistero, c’è sentimento, c’è suspense... e non mancheranno i colpi di scena!




Titolo: Il Risveglio - L'Ordine di Daasanach
Autrice: Sara Gatti
Editore: Self-Publishing
Genere: Dark Fantasy / Romance
Data di uscita: 19 Settembre 2017
Formato: cartaceo ed ebook
Pagine: 377
ISBN: 978-1549784033
Prezzo: € 13,00 cartaceo / € 3,00 ebook 
Link per l'acquisto: amazon


"Lasciati travolgere dall'amore tormentato di Sana e Matt.
Il loro destino è legato ad un antico segreto, alla lotta millenaria tra Guardiani di Daasanach e Revenants bevitori di sangue. Per Sana non sarà semplice far luce sul passato dell’uomo dagli occhi d’ambra e smeraldo. Alla fine cadrai nelle spire della Bestia, il tenebroso e ammaliatore Matt saprà rapirti ad ogni pagina."
L'autrice


Sinossi:
Da sempre nell'ombra si combatte una battaglia epica tra Guardiani di Daasanach e Revenants bevitori di sangue, una realtà brutale nascosta ai nostri occhi, che va ben oltre la calda coperta chiamata normalità.
La storia inizia con una lettera. Nero su bianco è tracciato il destino di Sana, una ragazza desiderosa di riscattarsi e togliersi di dosso l'immagine di figlia modello e Matt, un giovane affascinante con un passato oscuro e avvolto dal più intricato mistero. Attraverso Profezie, rivelazioni, visioni e sacrifici scoprono un mondo nuovo soprannaturale, dove bene e male non sono solo parole evocative, ma due schieramenti che si giocano il destino dell'umanità.
All'alba dei tempi il primo Sciamano di Daasanach profetizzò la fine del mondo. Vide la Bestia infernale, il Dio vampiro, in un futuro indefinito risorgere attraverso un preciso Rituale e guidare orde di creature fameliche verso la supremazia della razza Revenants sul genere umano.
I fili del destino sono orditi da energie mistiche incontrollabili che vanificano ogni sforzo tentato per impedire alla Profezia di avversarsi. Giorno dopo giorno si avvicina l'inevitabile, ma prima che tutto si compia è necessario che due vite si intersechino.
Sana e Matt cadono nella peggiore delle trappole, quella della passione travolgente. Il loro amore nasconde un'insidia che li pone su due piatti della stessa bilancia, nella terribile scelta che li vedrà l’uno difronte all’altro. Non solo, nelle loro decisioni è racchiuso il destino dell'umanità.
Altre figure prederanno parte a questa straordinaria storia: Sei, un discendente dei primi valorosi guerrieri Guardiani; Adam, l’amico indispensabile per le conoscenze mediche; Razvan, il bibliotecario con il sapere mistico; Taran, l'abile vampiro a protezione della Bestia. Mentre sullo sfondo si prepara l'apocalisse, i personaggi vivranno forti emozioni, instaureranno relazioni di amicizia, sperimenteranno il dolore della morte, si ameranno, si odieranno. Si daranno battaglia in uno scontro che mieterà vittime su entrambi i fronti. Non mancheranno i colpi di scena… nessuno sarà più lo stesso.


Quando mi accinsi per la prima volta a scrivere queste pagine, lo feci puramente per una questione personale. Avevo bisogno di mantenere la mente lucida e costruire la prova che quanto avevo visto fosse reale. Pensai allora che il modo migliore fosse redigere una sorta di diario che contenesse tutte le esperienze che stavo vivendo. Dapprima la narrazione era composta da episodi frammentati, frutto delle mie riflessioni a caldo, ma in un secondo momento, divenne più pulita e chiara, grazie al lavoro di revisione a cui mi dedicai per riportare al meglio una delle vicende più incredibili che si possa raccontare. 
Mi dissi l'umanità deve sapere, anche dopo di me e dopo tutti coloro che furono travolti da questa storia; deve sapere che tra la gente comune si nascondo esseri che di umano hanno solo l'apparenza e alle volte, se indaghi i loro occhi, nemmeno quella.
Il ricordo di quei momenti mi sconvolge ancora. Alle volte vorrei poter cancellare tutto il passato per ricominciare a vivere una vita normale, nella quale l'angelo della morte fa visita solo a persone vecchie e stanche, accoccolate nei loro letti e felici di andare incontro al destino inevitabile, consapevoli di aver vissuto una vita piena e intensa. Una vita serena senza preoccupazioni e senza la paura di non vedere l'alba del giorno dopo. Purtroppo per me non è stato così, ho incontrato l'affascinante angelo troppo presto. Gli ho visto portar via anime ancora acerbe che chiedevano solo una possibilità: la possibilità che ci viene concessa al primo vagito, così preziosa e così delicata. 
L'angelo dannato per me, per noi, aveva in serbo un altro progetto. A mia insaputa stava costruendo una strada in salita, caratterizzata da tappe sconvolgenti, a tratti incomprensibili, e una trappola, così ben organizzata, alla quale non potevo sottrarmi: quella che coinvolge il cuore. 
La morte se ne andava a braccetto con il destino e sapientemente intrecciavano i fili di una rete che non mi avrebbe lasciato via di scampo. Incosciente, cieca e sorda, per amore caddi in quel groviglio di rovi, in quel arrovellarsi di spire, lasciandomi deliberatamente soffocare. 
La morte ha molti aspetti, quello di un corpo gelido, inerte, di un cuore senza battito. Poi c'è quello che non hai mai preso in considerazione, quello in cui si può essere morti anche continuando a respirare, continuando a camminare, trascinandosi giorno dopo giorno tra le difficoltà della vita che ti tolgono ogni ragione per andare avanti, allora devi fare uno sforzo enorme per allontanare il dolore e risalire, per gridare che c'è ancora vita in te. 
Se allontano i ricordi all’origine del mio male mi rendo conto che sono viva. Viva come non lo sono mai stata. Tramortita dalle forti emozioni che con passione travolgente e una dose di incoscienza, hanno risvegliato i miei sensi, portandomi sulla cima più alta del mondo per poi farmi sprofondare negli abissi neri. La ricerca del piacere mi ha condotto alla morte, per poi tornare indietro. Il piacere, la passione sono le scintille che danno origine ad ogni cosa, senza di esse cosa esiterebbe? Nulla. Il mondo ruota intorno ad esse, la gente fa cose pazze per avvicinarsi e sfiorare anche per pochi istanti l'oggetto del proprio desiderio.
Le vicende che vi narrerò hanno avuto inizio un afoso mattino di luglio: nero su bianco in una lettera veniva tracciata quella rotta, quella strada, dove dietro l'angolo mi attendeva la Bestia con le sue spire. 
Si va dove portano le proprie scelte e le mie mi portarono in una sola direzione, a dispetto di quanti cercarono di impedirlo. Non provo rancore per loro, lo fecero per proteggermi. Quando c'è di mezzo la passione, l'amore o come è il caso di dire qualcosa di già architettato, già disegnato - il destino - nulla puoi fare per cambiare le cose, in un modo o nell'altro finirai sempre per prendere quella strada, per cadere tra le braccia dell'angelo della morte. 
La storia che racconterò può sembrare frutto della fantasia, a suo tempo io stessa faticai a comprendere, a dare una spiegazione logica a quello che vedevo o sentivo, a giustificare le spiegazioni folli tentate da chi quelle verità le aveva già sperimentate, ma ciò che riporto, posso giurare di averlo toccato e di portarne sulla pelle i segni indelebili, dei cambiamenti innegabili che rivedo ogni giorno, in ogni gesto. Dimenticare è impossibile. 
Quando si vivono forti esperienze si usa sempre dire non sono più la stessa persona di prima, ma quella che può apparire come una frase fatta per me rappresenta la sacrosanta verità, non solo il mio carattere ne ha risentito, anche il fisico è mutato in molti aspetti: lo sento nella pelle e nella carne, ogni fibra del mio corpo lo può confermare. Mi sono immersa in molti occhi, ho indagato molti volti per comprendere quanto vasta fosse la verità che ai più è preclusa. Nonostante tutto, sono una privilegiata, una che porterà per sempre con sé una conoscenza preziosa e che lascia a queste pagine il compito di conservarla. 
In ognuno di noi c'è di più di ciò che appare, ma per alcuni quel di più è un mondo sommerso dove il fantastico diventa reale e i mostri hanno un nome e cognome. Racconterò i fatti più fedelmente possibile, cercando di descriverli con minuzia di particolari come se foste lì ad assaporarli attimo dopo attimo.

Il Booktrailer




L'autrice:
Sono nata a Milano un caldo mattino di giugno del 1985 e sin da piccola sono un’accanita lettrice. Amo le storie. Amo i racconti perché sono crescita ascoltando fiabe e favole della nostra tradizione.
Ho iniziato il mio percorso artistico con la pittura, poi ho scoperto la scrittura e si è aperto un mondo incredibile. È diventata da subito un’ottima alleata attraverso cui portare alla luce le mie emozioni. Le mie prime stesure sono stati brevi racconti e poesie, nelle quali è sempre presente una sottile atmosfera dark, a cui ho dato una giusta dimensione solo qualche anno dopo.
Mi definirei multiculturale, mi piace scrivere anche in spagnolo, lingua amata quasi quanto l’italiano. Il mio background di letture spazia dall'epico, al romanzo storico, al fantastico, al romanzo gotico, passando attraverso i grandi autori italiani e stranieri. Chi più ne ha più ne metta. Credo che ciascun libro letto mi abbia lasciato un pezzetto di sé, un arricchimento continuo prezioso, un viaggio verso un nuovo mondo.
L’incontro che mi ha fatto cambiare il concetto di scrittura avviene per caso, quando mi capita tra le mani un’opera, Un Uomo, di colei che è diventata la mia fonte d’ispirazione, Oriana Fallaci. I suoi testi mi hanno insegnato che la scrittura ha l’obbligo di essere schietta e a tratti brutale.
Nel 2011 mi sono laurea presso l’Università di Pavia, Corso in Comunicazione Interculturale e Multimediale, con una tesi – guarda caso direi - su Oriana Fallaci: La Rabbia e l’Orgoglio, analisi linguistica delle due versioni il libro e l’articolo del Corriere della Sera. 
In un mondo dinamico e cangiante come quello della comunicazione ho imparato a variare la scrittura, ad adeguarla ad ogni contesto per riempire di emozioni ogni frase e ogni parola.
Negli ultimi anni mi sono innamorata del Fantasy – grazie alla scoperta de Il Ciclo di Avalon di Marion Zimmer Bradley - perché è il genere dove la creatività non ha limiti.
Nel 2017 ho intrapreso un percorso nuovo pubblicando il romanzo Il Risveglio, il primo capitolo della saga Dark Fantasy L’Ordine di Daasanach. Qui le atmosfere dark si sposano con il Romance e le tinte forti del romanzo gotico, trovano una chiave di lettura contemporanea.


Link Utili:




Trovo che l'estratto sia molto coinvolgente! E' un incipit che sa già incollare alla storia.
Voi cosa ne pensate?
Fatemi sapere nei commenti!




Nessun commento:

Posta un commento

Lascia una traccia di te nello spazio! Io la seguirò, e ti risponderò :)

La mia serie Urban Fantasy / Paranormal Romance / Sci-Fi