martedì 6 agosto 2019

Recensione "Siamo amici solo il mercoledì" di Tania Paxia (Newton Compton Editori)

Cari astronauti,
continuo con le recensioni, stavolta non con un recupero, ma con una delle letture più recenti!
Non leggo molti romance, ma conosco l'autrice Tania Paxia da diversi anni (virtualmente parlando) e ho voluto fare un'eccezione!
Comincio con la presentazione del libro.




Titolo: Siamo amici solo il mercoledì
Autore: Tania Paxia
Editore: Newton Compton Editori
Genere: Narrativa, Romance
Data di uscita di quest'edizione: 21 Marzo 2019
Pagine: 348
Formato: cartaceo ed ebook
ISBN: 978-8822719881
Prezzo: € 7,90 cartaceo / € 0,99 ebook
Link per l'acquisto: amazon


Sinossi:
Woden e Carter hanno un segreto: sono amici da sempre, ma non in pubblico. Si incontrano il mercoledì sera a casa di Woden per rispettare l'accordo stretto da bambini: il Woden's Day. Nonostante impegni e interessi molto diversi, quello è il loro giorno speciale. Woden è una patita della chimica e dell'elettronica, piatta come uno skateboard e deliziosamente ordinaria (tranne per un dente scheggiato per colpa di una caduta). Carter invece è un pilota Nascar e il suo sogno è correre nella Sprint Cup, cosa che, insieme ai suoi bellissimi occhi azzurri, lo rende estremamente popolare nel loro liceo. Praticamente non hanno nulla in comune, sono due mondi agli antipodi e a scuola nessuno potrebbe sospettare della loro amicizia segreta. L'unica cosa che li lega è quella promessa fatta da bambini, senza la quale sarebbero diventati semplicemente due estranei. Ed è forse quello che sta per succedere con l'avvicinarsi del diploma? Tra liti, tregue, battibecchi e incomprensioni, dovranno trovare una soluzione. Oppure dire addio alla loro speciale amicizia.


Le recensioni e gli articoli di Universi Incantati


Ho letto questo libro tra un classico e un saggio: la lettura perfetta per ritrovare un po' di spensieratezza.

"Siamo amici solo il mercoledì" mi ha ricordato Joey e Dawson di "Dawson Creek", poiché i protagonisti Woden e Carter sono due amici per la pelle fin dall'infanzia, ma ora che sono liceali hanno continuato ad esserlo solo in segreto, quando si riuniscono ogni mercoledì sera a casa di uno o dell'altra per confidarsi, o semplicemente per guardare un film insieme. La segretezza è dovuta al fatto che Carter è uno dei ragazzi più popolari della scuola (grazie all'aspetto fisico ma anche al fatto che sia un abile pilota di Nascar), mentre Woden è la classica secchiona un po' nerd.
La popolarità di Carter riguarda anche l'universo femminile: passa con leggerezza da una ragazza all'altra, mentre Woden rimedia appena un appuntamento. Sarà proprio quando comincerà a frequentare un tipo "alla Carter" che il suo migliore amico la metterà in guardia e il loro rapporto si tingerà di gelosia, minacciando l'amicizia ma portando alla luce sentimenti nuovi. Il libro è una presa di coscenza sui propri veri sentimenti e sull'accettazione di quest'ultimi, ma non mancano alcune scene sensuali, di un erotismo leggero, che sanno dare qualche brivido soprattutto quando si tratta dei primi approcci.




Ne avevo abbastanza delle sue prese in giro.
Non so cosa mi prese, ma fatto sta che sbattei il telecomando sul tavolino e mi alzai dal mio posto per mettermi a sedere a cavalcioni sulle gambe di Carter.
"Che cavolo fai?", il suo sorriso scomparve, alla fine. Dovevo ricorrere a quei mezzucci per farmi prendere sul serio? Dio...
"Così impari a provocarmi", ridacchiai malefica. "E vedrai a cosa serve la teoria". Mi tolsi gli occhiali, me li poggiai sulla testa e mi avvicinai al suo volto per dargli un bacio sulla guancia. Poi scesi più in basso, fino ad arrivare alla mandibola, la barba che mi pungeva le
labbra; infine, gli scoccai un bacio più sensuale sotto l'orecchio.
Carter sussultò e lo sentii sbuffare. "Woden", disse con la voce roca e profonda.




Il romanzo, autoconclusivo, ricorda proprio le commedie americane liceali: si svolge per lo più tra le aule di scuola, coinvolge i compagni, e concede qualche apparizione alle rispettive famiglie dei due protagonisti. Inoltre, siamo proprio negli Stati Uniti. Un libro come uno di quegli ultimi film usciti su Netflix! Fresco, scorrevole, leggero, perciò, pur essendo la storia ambientata in pieno inverno, l'ho trovata perfetta anche sotto l'ombrellone, circondata dall'afa estiva.

La narrazione in prima persona alterna il punto di vista di Woden a quello di Carter, e i capitoli sono suddivisi in date a mo' di diario, ma personalmente avrei evitato di riportare l'annata perché scrivere del 2015-2016 rischia d'invecchiare il testo e col senno di poi non è rilevante ai fini della storia.
Il romanzo si compone per lo più di dialoghi ed è poco descrittivo, ragion per cui si legge quasi tutto d'un fiato, complice la trama piuttosto lineare. Tuttavia, riserva delle sorprese perché spesso i personaggi agiscono l'opposto di come avrei pensato, segno che le loro scelte non sono scontate.

In conclusione, un romanzo sul sottile confine tra amicizia e amore consigliato ai giovanissimi, soprattutto a quelli che vorrebbero trovare il coraggio di uscire dalla confortevole friendzone.


Il voto di Universi Incantati:




Cosa ne pensate, carissimi?
Avete letto questo libro o altre opere dell'autrice?
Fatemi sapere nei commenti!



Nessun commento:

Posta un commento

Lascia una traccia di te nello spazio! Io la seguirò, e ti risponderò :)

La mia serie Urban Fantasy / Paranormal Romance / Sci-Fi