venerdì 30 settembre 2016

Leggere Italiano Blog Tour - Recensione "Beauty and the Cyborg" di Miriam Ciraolo + Giveaway!

Carissimi astronauti,
oggi avrei in programma due post: vediamo se riesco a fare tutto!
Per prima cosa mi dedico alle questioni più urgenti, perché anche oggi ospito una tappa de...




Organizzata da Giusy di Divoratori di Libri il Blog Tour si concentra sulle storie Made in Italy, e prevede che per ogni libro trattato segua il giveaway di una copia del libro in questione.
Il Blog Tour ha coinvolto 31 blogger e 27 autori tra self e pubblicati da case editrici, per un totale di ben 31 libri protagonisti, tra presentazioni, recensioni, per finire con degli approfondimenti e una cover war; una splendida iniziativa a cui non ho potuto fare a meno di aderire, sia come blogger sia come autrice!
Per maggiori info, vi rimando al post introduttivo qui.

Come autrice sono coinvolta con la mia serie "Eleinda", per cui ho messo a disposizione un giveaway di entrambi i libri finora pubblicati in cartaceo.
Al momento state pubblicate ben cinque tappe:


Per quanto riguarda invece il mio ruolo di blogger ho deciso di occuparmi di ben tre libri scrivendone la recensione (cliccate sui titoli per leggerle!):

Ma oggi è il turno di...



Titolo: Beauty and the Cyborg
Autrice: Miriam Ciraolo
Editore: Self-Published
Genere: Distopico, Fantasy, Sci-Fi, Retelling
Data di pubblicazione: 14 dicembre 2015
Formato: cartaceo ed ebook
ISBN-13: 978-1522750451
Pagine: 394
Prezzo: 12,94 € cartaceo / 1,99 €
Link per l'acquisto: amazon


Sinossi:
E se questa storia iniziasse con: C'era una volta l'elettricità?
Il Nido di Spine è una cittadina francese dove la corrente elettrica non scorre più come un tempo. Dopo una guerra chiamata “Nuova Notte” gli equilibri mondiali sono cambiati e i continenti sono stati messi in ginocchio dai Cyborg, esseri privi di anima che torturano innocenti. In un mondo dove la parola scritta è vietata e gli esperimenti elettrici sono punibili con la morte, si muove la ricercata Bellatrice Sparks. Lei sa leggere, sa scrivere e dal giorno in cui ha fatto funzionare una torcia elettrica nella sua città, è costretta a fuggire per salvaguardare la sua famiglia. Rapita dai trafficanti di schiave viene venduta ai sovrani di Elettra. Ma in un castello dove l'elettricità pulsa ancora un essere ignoto si aggira nell’ombra. Per fronteggiare l'enigmatica creatura e per riabbracciare la sua famiglia, Bellatrice dovrà sottrarsi agli inganni della proibita e misteriosa Ala Ovest del castello. Ma deve fare molta attenzione, cosa si cela dietro la maschera dell'odio?


L'autrice:
Giovanissima autrice messinese a soli 22 anni, il suo romanzo è sulla bocca di tutti, sui blog, su youtube e su amazon e goodreads. Beauty and the cyborg non è il suo primo libro né la sua prima saga, infatti esiste già il primo capitolo della trilogia urban fantasy Chemical Games, pubblicato l’anno scorso, oltre ad altri titoli come Il quadro dipinto dal mare e La vera storia di Cupido.


Le recensioni e gli articoli di Universi Incantati

Di solito non sono attratta dai retelling perché, o sono troppo fedeli all'originale, dunque prevedibili, oppure, al contrario, prendono spunto dalla storia appena-appena per crearne una completamente diversa. l libro di Miriam Ciraolo, invece, sa mantenersi in perfetto equilibrio: attinge alla fiaba classica, ne conserva tutte (ma proprio tutte) le tradizioni, poi vi aggiunge una serie d'ingredienti inediti, originali e sorprendenti, il tutto in un contesto moderno, futuristico, e meglio ancora distopico e cibernetico, in un mix di romanticismo e adrenalina.
"Beauty and the Cyborg" è la favola guista per i ragazzini di oggi e per gli adulti appassionati di letteratura distopica; se dovessi definirlo con una frase direi che è l'incontro tra il film d'animazione Disney "La Bella e la Bestia" e "Hunger Games".

Il romanzo colpisce per i numerosi riferimenti alla pellicola Disneyana. Per la gioia dei nostalgici e delle generazioni anni '80 e '90, ritroveremo la rosa (qui simbolica più che mai), l'abito dorato con cui Belle danzava con la Bestia (pur se con qualche variante), la tazzina da tè rotta (che porterà con sé un concetto-chiave), e addirittura ritroveremo Lumière (qui in sembianze "umane" e col nome Lum che guarda caso fa l'elettricista), oggetti parlanti (in un futuro robotico sono pertinenti più che mai), e altri personaggi secondari che mi hanno vagamente ricordato la teiera e l'orologio del film. Ovviamente non manca il Gaston di turno, solo che in questo caso è il principe Aston (mi rendo conto solo ora che è stata semplicemente tolta la lettera iniziale!), e non è l'unico antagonista di questa storia.

E qui mi allaccio alle somiglianze con "Hunger Games", perché come nella serie di Suzanne Collins non ci si limita a un solo nemico: l'antagonista è il "sistema", ossia chi governa e ha potere. La società è anche qui succube, schiava, e c'è lo stesso divario tra la classe povera che riesce a stento a sfamarsi mentre si ammazza di lavoro, quando i nobili sprecano cibo in abbondanza e si preoccupano per futili cose. Dopo la metà del libro, proprio come Katniss, la protagonista Bellatrice si troverà incosapevolemente coinvolta in una guerra ribelle dove lei avrà un ruolo fondamentale.

Narrato in prima persona con la voce di Bellatrice, la storia scorre dapprima un po' lenta. presentandoci il drammatico quadro familiare della ragazza e le condizioni disagiate in cui vive (la minaccia dei cyborg è continua, come se ci si trovasse in un lager nazista), ma appena viene scelta come schiava dalla principessa Lulabelle la trama decolla e acquista un bel ritmo, tanto che diventa difficilissimo staccarsi dalla lettura.
Dopo l'orrore e alcune scene crude, come nel castello cambia l'atmosfera, così il libro comincia a regalare un sogno d'amore fatto di primi brividi e curiosità, infatuazioni e dichiarazioni da far venire le palpitazioni persino a me che ho superato i trenta, poiché vige davvero un'atmosfera da favola.

Sono sempre stata affascinata dal tema dell'amore che supera le barriere dell'apparenza; l'autrice riesce a rendere plausibili le motivazioni di Bellatrice nei confronti del mezzo umano/mezzo cyborg Alec pur cadendo in qualche frase un po' forzata e in qualche azione da eroe da clichè (salvataggi, protezione, stalking giustificato...), tutte cose di poco conto se confrontate con la profondità del personaggio e il suo misterioso e intrigante passato. Di contro, però, il rapporto di un'altra coppia è trattato in modo troppo superficiale, e si percepisce questa mancanza per via dei soggetti che la compongono: senza cadere in fastidiose anticipazioni direi che è impensabile che una persona di un tale ceto sociale possa interessarsi a un tipo simile e così, da un momento all'altro; cos'è successo per far sì che lei si accorgesse di lui? Com'è riuscito a conquistarla? La semplice attrazione fisica non basta (oltretutto lui non mi sembrava una gran bellezza, detto tra noi!).

Riguardo lo stile di scrittura penso che sia uno dei libri più belli che io abbia mai letto. C'è qualche piccolo e raro refuso, ma a parte questo sembra sia stato edito da una figura professionale. Ciò che mi ha conquistato di questo libro è forse la scrittura più che la storia in sé! Sul serio: l'autrice abbina le parole creando frasi irresistibili, affacinanti, musicali. Tipo questa: "Il panico è una lama affilata che mi taglia il respiro". Ho sottolineato gran parte della mia copia digitale, e mi verrebbe da riportare alcune citazioni un po' ovunque, da quanto sono belle. Credo che sia la prima volta che mi capita di avere questo stimolo con un'autrice italiana. Il termine giusto per definirlo è talento; una dote naturale.
Non solo una danza di parole ma anche concetti, come in questo passo:

r

Ogni minuscola ciocca castana si trasforma sotto vortici meccanici in una minuscola treccina. La Sezionatrice fa così con tutti i miei capelli e poi si concentra su Sharon.
"Ricordate ragazze, l'intreccio dei capelli ha un significato ben preciso. Significa che i vostri pensieri devono stare al loro posto, che le vostre idee e le vostre domande non devono in alcun modo diventare le vostre priorità. Le schiave non sono curiose, i loro pensieri sono in..."
"Catene" mormoro, rivedendo la mia immagine allo specchio. Quella non sono io.
Bellatrice Sparks non sarà mai una schiava, non sarà mai una maschera, non avrà
gli occhi scuri e non impriogionerà mai i suoi pensieri. Non si chiamerà Rose,
la schiava di Elettra.




Un'altra caratteristica vincente di questo romanzo è che riesce a sorprendere con più di un colpo di scena, ma sul finale, purtroppo, comincia a dare per scontato alcuni passaggi e tende ad essere sbrigativo e approssimativo; come dico sempre in questi casi è un vero peccato! Sarebbe bastata qualche pagina in più per far salire la valutazione del libro a cinque stelle, senza contare che sembra accennare a un seguito, e il peso di questa non-conclusione uccide l'aspettativa e quello stato d'animo soddisfatto che l'autrice era riuscita a creare; è come se avesse abbandonato il lettore sul più bello. Resta piatto, e manca quella scintilla di curiosità che spingerebbe a leggere il libro successivo.

Oltre al tema politico e sociale, l'emancipazione femminile e l'amore per una creatura non propriamente umana, si evidenzia prepotente l'importanza dei libri e della cultura, perché privandone, il sistema contribuisce a creare una società ignorante, dunque più facile da controllare. La violazione, la curiosità e il rispetto di Bellatrice nei confronti dei libri ricorda i protagonisti delle opere "1984" di Orwell e "Fahrenheit 451" di Bradbury.

Un libro dunque dai temi importanti, che offre più spunti di riflessione e al tempo stesso possiede la leggerezza dell'amore, per cui vi struggerete davanti ai più semplici gesti.
Fino a un certo punto.
Perché in fondo, questo libro non vuole essere una comune favola.
Ha tutte le carte in regola per essere un cyberpunk!


Il voto di Universi Incantati:



Prima di comprarlo, puoi provare a vincere una copia con il Giveaway proposto da
Leggere Italiano Blog Tour!




Cosa ne pensate della mia recensione? Vi ho incuriosito?

Se volete vincere una copia di questo libro dovete commentare anche queste tappe:


Vi lascio qui di seguito'elenco dei blog partecipanti a Leggere Italiano Blog Tour:

Universi Incantati


Mancano ormai un paio di giorni alla conclusione del blog tour, ma v'invito a seguire l'evento su Facebook per non perdervi le tappe restanti e per recuperare quelle che vi siete persi.
Buon Blog Tour a tutti! :D

Le altre tappe di oggi sono (clicca sui nomi dei blog per raggiungerle):

Buona caccia ai libri italiani! ;)

8 commenti:

  1. Grazie Valentina, ti ringrazio per la bella recensione e anche per i consigli <3 <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te, Miriam, per la magica lettura! :)

      Elimina
  2. "[...] è l'incontro tra il film d'animazione Disney "La Bella e la Bestia" e "Hunger Games"" Mi hai già conquistata! 😍
    Comunque sono d'accordo con te, credo che scrivere un retelling sia piuttosto difficile perché c'è il 'rischio' che sia una specie di scopiazzatura dell'originale e o che appunto sia così diverso che alla fine non sembra nemmeno più un retelling e quindi mi fa davvero piacere che l'autrice sia riuscita a trovare un perfetto equilibrio! E dopo la tua recensione, sono sempre più curiosa di leggerlo, di scoprire lo stile dell'autrice, come ha sviluppato la storia e di approfondire i personaggi 😄

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ha ha ha, ne sono felice, Dory! In effetti anche a me piacciono moltissimo entrambe le opere ;)

      Elimina
  3. Bellissima recensione! Questo libro lo voglio leggere assolutamente, è già da un po' che l'ho adocchiato e leggo sempre opinioni molto positive! In più adoro i retelling (:

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Direi allora che non te lo devi far scappare! ;)
      Per il resto: grazie :) Sono felice che la recensione ti sia piaciuta!

      Elimina
  4. la bella e la bestia è una delle mie fiabe preferite e Hunger games una delle serie distopiche che preferisco, quindi se questo libro è l'incontro tra questi due libri, voglio assolutamente leggerlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Yes! Poi mi saprai dire ;)
      PS: riguardo ai tuoi gusti... idem! ;)

      Elimina

Lascia una traccia di te nello spazio! Io la seguirò, e ti risponderò :)

La mia serie Urban Fantasy / Paranormal Romance / Sci-Fi