I miei libri


lunedì 25 luglio 2016

RiminiComix 2016: il reportage!

Buon lunedì, cari astronauti!

A distanza di una settimana (periodo pienissimo!) vi scrivo un piccolo reportage sulla fiera che anche quest'anno non ho potuto fare a meno di visitare nella mia città (e vorrei anche vedere che mi perdo una cosa simile una volta che ce l'ho a due passi!): il RiminiComix!
Via con la rubrica...

Rubrica dedicata a incontri, presentazioni, eventi letterari ecc.
Non sono un'aliena, ma sicuramente un po' alienata XD

Pensare che stavolta ho rischiato di perdermelo... ero convinta che fosse a fine mese, invece era dal 14 al 17 luglio! Fortunatamente me ne sono accorta in tempo, grazie anche a mio marito che andando in giro ha notato orde di cosplayer dalle parti della stazione!


Il Manifesto 2016

Come ho fatto nel reportage dell'anno scorso, una piccola premessa per chi non lo sapesse: il RiminiComix è il primo e unico evento dedicato a fumetti e videogiochi a ingresso gratuito, aperto dalle 17 a mezzanotte (sabato è stato aperto fino all'una *__*), che si svolge a Rimini, zona Marina Centro, in Piazza Federico Fellini, davanti al Grand Hotel e alle spalle della Fontana dei Quattro Cavalli. 

Giunta alla XX esima edizione, per la prima volta raggiungere la mostra mercato è stata un'impresa! Sia sabato sera dopo le 21 sia domenica alle 17, abbiamo impiegato una buona mezz'ora prima di trovare parcheggio, mentre la visita lungo i 5 padiglioni (distanti pochi metri tra loro) ci ha occupati per circa due ore, questo per marcare quanto l'area espositiva si sia ingigantita rispetto al passato (allora riuscivo a fare più di tre giri da una ventina di minuti ciascuno!), e salvo particolari sezioni sovraffollate si riusciva ad accedere quasi a ogni bancarella.


Cosplayer (anche in versione "da spiaggia" davanti al padiglione "Fontane")

Tra gli espositori ho notato un aumento di banchi che vendevano le spade "celebri" tratte da manga/anime, videogiochi e film, ma sopratutto ho notato un'invasione di magliette! Non tanto ufficiali, ma graditissimi originali e mash-up.
In diminuzione, invece, le bancarelle con le "chicche" Made in Japan: un solo espositore di kimono e artigianato giapponese (attenzione al Made in China!), l'immancabile tavolo musicale con tutti gli idol, e giusto un paio di banchi che vendevano gadget provenienti direttamente dal Giappone.


 

 

Riguardo alla mia personale esperienza, quest'anno non sono riuscita ad organizzare in tempo la creazione di un cosplay (appunto perché mi ero sbagliata sulle date!) ma mi sono agghindata da fanatica di The Legend of Zelda con una maglietta che già avevo in casa (mai sfoggiata), dei leggins verdi in stile calzamaglia di Link, degli stivaletti riciclati dal cosplay invernale della principessa (aveva rinfrescato giusto la sera prima ^^) e degli orecchini con la Triforza. Ho descritto tutto perché non ho una foto disponibile XD
Mi sono dunque limitata al piacere di visitare la fiera e andare alla ricerca di possibili acquisti, con occhio attento agli articoli da collezione. 
Ci siamo fermati anche stavolta al banco di retrogames ma il giorno dopo abbiamo trovato più conveniente acquistare la PS1 su ebay (piano piano stiamo recuperando tutte le console) e dopo aver visto, di spalle e da un'altra corsia, un action figure di Link alto 50 cm, sono andata alla sua disperata ricerca, finché raggiunto il venditore, quest'ultimo si è rifiutato di tirarmi giù l'oggetto per poterlo vedere da vicino; lo avrebbe fatto solo se ero intenzionata all'acquisto! :O Siccome ero vestita, appunto, da fanatica di Zelda e questo tizio ha osato insinuare che io gli stessi solo facendo perdere tempo, ho ringraziato e me ne sono andata: peggio per lui! Infatti ho trovato anche quella stessa action figure su ebay, e alla fine non l'ho acquistata perché vista con lo zoom non era una mica una gran roba!
Tra gli altri oggetti ad avere attirato la mia attenzione c'era una copia del giornaletto "Candy Candy", un'altra tentazione a cui ho resistito solo perché avevo già avuto modo di leggere il manga, spero che prima o poi ne facciano uno fedele all'originale (il finale è "spezzato", come spiego nella recensione qui), e proprio ora mi è venuto in mente che rischiavo di prendere l'allungamento tutto italiano della storia, perché questa pubblicazione ha continuato ben oltre la trama originale.




Ho invece acquistato un paio di collant col faccione di Totoro (non posso fare a meno di comprare qualcosa di Totoro ogni volta che ne ho l'occasione!) e un portafoglio sempre di questo personaggio (ma solo perché non ho trovato quello di Link), mentre mio marito ha acquistato un action figure di Super Mario alta 50 cm tutta dorata come la trasformazione che il personaggio subisce in "New Super Mario Bros. 2"
Il primo acquisto che ho fatto, però, è stato un lotto di libri!
Ho infatti trovato dei volumi della collana "Urania", chiaramente usati, ma ho pensato fosse l'occasione giusta per colmare le mie lacune, sperando al contempo di aver trovato qualche rarità, oltre che dei piccoli capolavori. Essendoci l'offerta per l'acquisto di 3 volumi, ne ho scelti tre dopo aver letto tutte le trame, poi ci ho pensato su e il giorno dopo son tornata con la mia migliore amica a prenderne altrettanti! Essendo da poco passato il mio compleanno, la mia "amicissima" ha voluto pure regalarmeli: yahoo!


La mia collezione di "Urania"!

Nemmeno quest'anno ho seguito gli incontri con gli autori o le proiezioni dei film d'animazione: sono nella mia città, ma ciò significa che al tempo stesso lavoro... ad ogni modo, il ruolo di visitatrice al RiminiComix non me lo lascio sfuggire!

Appuntamento all'edizione 2017!

2 commenti:

  1. ma che bella questa fiera. In casa ho vari libri Urania, fanno parte dei libri di mio marito...io non li ho mai letti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uuuuh! Beata te/tuo marito! Io conto di iniziarne uno proprio tra oggi e domani!

      Elimina

Lascia una traccia di te nello spazio! Io la seguirò, e ti risponderò :)

La mia serie Urban Fantasy / Paranormal Romance / Sci-Fi


Creative Commons License

Questo blog è sotto licenza Creative Commons.
Articoli e recensioni sono opera di Valentina Bellettini, mentre i diritti delle opere segnalate restano proprietà dei rispettivi autori e case editrici.

Le immagini ed i video contenuti nel blog sono in genere sotto lincenza Royalty free, oppure sono stati presi dal web, quindi considerati di pubblico dominio. Per qualsiasi problema di copyright contattatemi e le immagini saranno rimosse. Grazie per la collaborazione!
Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia License

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Universi Incantati partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it/it
Amazon e il logo Amazon sono marchi registrati di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate