I miei libri


lunedì 30 novembre 2015

Segnalazione: "Fire Sign. La portatrice del Krips" di Alessia Coppola (Self-publishing)

Buon lunedì, cari astronauti!
Oggi ritorna la rubrica delle segnalazioni con una novità editoriale.

Rubrica dedicata alle segnalazioni
di autori emergenti e case editrici
(per la tua segnalazione, scrivimi)

Abbiamo conosciuto l'autrice con altre segnalazioni alle sue novelle, ma questa volta si tratta di una serie!



Titolo: Fire Sign. La Portatrice del Krips
Autore: Alessia Coppola
Editore: Self-publishing
Genere: Paranormal-Urban Fantasy
Target: YA →
Data di Uscita: 26 novembre 2015
Pagine: 80
Formato: ebook
Prezzo: 0,99 
Link di Acquisto: amazon
Mail: erelneah1984@gmail.com

Sinossi:
Silver ha sedici anni e un passato frammentato. Da quando i suoi genitori sono scomparsi, ha
iniziato ad avere incubi terribili. Da dove vengono? Chi è la misteriosa figura che alberga nei suoi
sogni?
Un incontro casuale e la scoperta di un immenso potere cambieranno il corso della sua vita. Nulla
è come prima. I Nurhan sono pronti alla battaglia. La Portatrice è stata scelta.



Fire Sign YA Serie
- La Portatrice del Krips
- La Rivolta dei Nurhan
- La Stella di Silver


Dalla Prefazione:
"Sono cresciuta con la sua ombra sul mio cuscino e la sua presenza nei sogni. Mi conosce come
nessuno mi ha mai conosciuto.
Silver è una ragazza forte e sensibile, che fin da bambina pensa di possedere una fervida
immaginazione. I suoi sogni sono vividi e anche le entità che lo animano. Ma è davvero fittizio tutto
ciò che popola il suo sonno? Eppure, Uriel si rivela più reale che mai, così come le visioni di un
mondo fiammeggiante, caldo e asfissiante come l’inferno. Silver è la portatrice di un marchio,
chiave per il limbo prigione per i demoni che hanno l’ardire di varcare i confini del mondo terreno,
e Uriel è il guardiano a lei connesso, affinché le creature abbiano la loro giusta destinazione. Il
legame che li unisce, mistico e indissolubile, ha origine anche prima del loro incontro.
Alessia Coppola crea una novella ricca degli elementi che più amano gli appassionati di urban
fantasy e paranormal romance, conferendogli note originali. Una storia costruita ad arte, dove
azione, sentimenti e sacrificio, realizzano un mix coinvolgente adatto a un pubblico giovane ma
anche adulto e appassionato del fantasy contemporaneo. Lo stile dell’autrice è immancabilmente
fluido, ammaliante, e accompagna con garbo fino all’epilogo di questo primo ed entusiasmante atto
di Fire Sign.
Caro lettore, goditi questa avventura tra guardiani e demoni, ed entra a piccoli passi nei cuori di
Silver e Uriel, che non potranno fare a meno di coinvolgerti nel loro intenso e palpabile feeling,
percepibile fino all’ultima pagina. " (Ornella Calcagnile)


«Sentiamo, di cosa avresti paura tu, potente Nurhan?» chiedo sarcastica.
«Del legame che abbiamo intessuto.»
«Parli del Krips?»
«No. È un altro il vincolo che mi asservisce a te, che mi strega e…»
Lo interrogo con gli occhi.
«Ti sono stato accanto da quando ti ho sentito vagire. Ho studiato ogni tuo movimento, consolato i
tuoi pianti, cullato i tuoi sogni, senza che te ne accorgessi. Era facile, questo. Ma ora, averti davanti
ed essere il tuo guardiano, non lo è affatto.»
«Nessuno ti ha chiesto di esserlo.»
Mi guarda il tralice.
«Oh, sì. Inoltre avrei comunque scelto te come Portatrice, laddove avessi potuto.»
«Per quale ragione?»
«Per la tua determinazione, il tuo coraggio, il tuo cuore.»
Trasalgo.
«Quale vincolo temi, allora?» torno a chiedere.
«Dell'imprinting, del sigillo che ha fuso insieme la mia anima alla tua.»
«Non comprendo…»
«Ho paura dei sentimenti che provo per te, Silver. Siano essi scaturiti dalla magia antica che ci
lega, che da quella elementare degli umani; quella che muove il vostro mondo e vi spinge ad atti di
eroismo, che vi fa elevare e talvolta cadere. L'amore…»


L'autrice:
Alessia Coppola è una scrittrice, blogger e illustratrice.
È una sognatrice con l'irrefrenabile passione per la lettura, l'autunno e la magia. Quest'ultima ha
fortemente influenzato il suo percorso di ricerca personale.
Edgar Allan Poe, J.R.R. Tolkien, Howard Phillips Lovecraft, Bram Stoker, Micheal Ende, Jane
Austen, William Shakespeare e Oscar Wilde sono i suoi autori preferiti.
Gli autori contemporanei che predilige, invece, sono Stephen King, Neil Gaiman, Anne Rice,
Maxence Fermine, Alessandro Baricco e Carlos Ruiz Zafòn.
Dopo aver frequentato il liceo artistico, ha proseguito gli studi presso la Facoltà di Beni Culturali,
per poi trasferirsi a quella di Filosofia e ancora in Sociologia (con indirizzo Criminologia). Il
continuo desiderio di cambiamento ed evoluzione l'ha condotta a compiere scelte ogni volta
differenti.
È anche una pittrice con all'attivo numerose esposizioni. Da qui all'illustrazione il passo è stato
breve, specializzandosi nel settore dell'infanzia. Ha ampliato gli orizzonti affermandosi anche come
grafica.
Altra grande passione è il canto. Ha inciso il suo primo singolo Sognatori nel 2012, arrangiato da
Marco Schnabl, fonico dei Duran Duran.
Nel 2014 ha aperto un blog letterario, Anima d'Inchiostro.
È la scrittura, però, vera ragione d'essere per Alessia.
Ha iniziato a pubblicare poesie. Del 2005 è la sua prima pubblicazione Pensieri nel Vento (Kimerik
Edizioni), a cui fa seguito nel 2009 Canto di Te (Damiano Edizioni).
Nel 2012 viene alla luce Le Avventure di Billino lo Stregatto (Wip Edizioni);
Nel 2014 firma la sceneggiatura del fanmovie The Crow - Shreds of Memories, proiettato in prima
nazionale al Cartoomic di Milano 2015.
Del 2014 è Rebirth - I Tredici Giorni (Dunwich Edizioni) e il prequel del romanzo Soulmates
(Dunwich Edizioni).
Dello stesso anno è Tre gemme nello Scrigno (Balsamo-Ragione Edizioni);
Il 2015 è l'anno di Oltre lo Specchio (Edizioni il Ciliegio), Alice from Wonderland (Dunwich
Edizioni), Adularia, la trafficante di storie (Edizioni Imperium) e Blue Dream (spin-off di Alice
from Wonderland, Dunwich Edizioni).



Un'autrice prolifica e un'ottima illustratrice: le copertine sono favolose! *__*
Dalla prefazione di Ornella mi ha colpito che la storia tratti di demoni: questo sì che è interessante! Una venatura oscura che potrebbe differenziare questa novella dagli altri urban.
Cosa ne dite: lo leggiamo? ;)


domenica 29 novembre 2015

Blogger League #41 Tappa!

Cari astronauti,
dopo un paio di settimane di assenza, torna l'appuntamento con l'iniziativa Blogger League!

Che cos'è la Blogger League? Un'iniziativa alla quale può iscriversi chiunque abbia un blog. Ogni sabato i membri della League creano un post nel quale inseriscono la breve intervista del blogger di turno, in modo tale da avere tutti la stessa visibilità. Maggiori informazioni qui


Il blog ospite della settimana è il lit-blog: "Walk in Wonderland" di una squadra di blogger: Hopeless, Chiara, Alessia, Francesca, Giulia, Raggio di sole & Fearless!




Ecco l'intervista! Ci risponde Hopeless, allegando anche un'immagine ^^


Oltre ad essere una blogger chi sei nella vita di tutti i giorni? 
Un agente segreto sotto copertura U.U
Chi mi conosce crede che io sia una semplice ragazza, ossessionata dalla lettura, con una passione segreta per Nick Bateman (amore mio *w*) e con un cane di nome Max che vizia tantissimo, ma vi sbagliate! Huhuhu, vi ho ingannati tutti U.U

Come mai hai deciso di ritagliarti il tuo angolo virtuale? Parlaci del tuo rifugio, quali sono gli argomenti che tratti?
Eh, bella domanda! Sono una persona con la testa perennemente tra le nuvole e avevo bisogno di un'ancora che non mi lasciasse volare via completamente. Ecco perchè è nato Walk in Wonderland.
Oddio, non vi ho detto che a farmi compagnia in questa avventura bloggosa (?) ci sono altre sei ragazze. Per fortuna le ho citate, altrimenti mi avrebbero fatta divorare da un drago! Dunque, dicevo? Ah, gli argomenti che trattiamo sono vari... Dai libri, a qualche sclero post-serie tv, per finire alla NickBateman ossessione.


Non è bellissimo? Awwww :3

Perché le persone dovrebbero diventare tuoi lettori fissi?
Perché siamo dolci e carine (?) 
Dovrebbero diventare lettori fissi perché promettiamo un Nick ad ad ogni nuovo iscritto U.U Vi ho convinti?
... E se ad iscriversi fosse un ragazzo? Beh, ci siamo già noi donzelle, cosa potrebbe volere di più U.U

Quali sono i tuoi sogni nel cassetto?
Diventare famosa U.U. Abbuffarmi di Nutella e non ingrassare. Sposare Nick e... forse questo è meglio che non lo dico, siamo in fascia protetta. Poter adottare tutti i cani del mondo... anche i gatti. Vincere alla lotteria. Vivere una settimana da DEA U.U
Insomma, non chiedo molto :3 Quindi, genio della lampada, cosa aspetti a farti vivo?

Vuoi fare un augurio speciale agli altri membri della League?
Certo e, se posso, Steve Jobs mi darà una mano :3
"Il vostro tempo è limitato, per cui non lo sprecate vivendo la vita di qualcun altro. Non fatevi intrappolare dai dogmi, che vuol dire vivere seguendo i risultati del pensiero di altre persone. Non lasciate che il rumore delle opinioni altrui offuschi la vostra voce interiore. E, cosa più importante di tutte, abbiate il coraggio di seguire il vostro cuore e la vostra intuizione. In qualche modo loro sanno che cosa volete realmente diventare. Tutto il resto è secondario." 

"Stay Hungry. Stay Foolish." 
Siate affamati, siate folli. 



Ciò che mi viene da pensare dopo questa intervista è: ma chi accidenti è mai Nick Bateman? O_o Okay, l'ho visto ora in quell'immagine, ma non l'avevo mai sentito nominare, perdonatemi! XD

venerdì 27 novembre 2015

Segnalazione romanzo: "Lovecraft's Innsmouth" di Claudio Vergnani (Dunwich Edizioni)

Cari astronauti,
se ieri ho avuto impegni burocratici, oggi ho avuto impegni "manuali": ho lavorato in magazzino fino alle 19 (per chi non lo sapesse, ho un'attività con la mia famiglia e facciamo i mercati in piazza)! XD
Sono a pezzi, e stasera vado a danza del ventre per il ripasso prima del saggio di Natale, ma prima sono passata nella pagina facebook di "Eleinda" per aggiornare i "fan", e ora scribacchio qui per l'appuntamento con la rubrica più gettonata del blog!

Rubrica dedicata alle segnalazioni
di autori emergenti e case editrici
(per la tua segnalazione, scrivimi)

La segnalazione di oggi riguarda l'ebook di una precisa collana della Dunwich Edizioni dedicata al grande maestro della letteratura horror: H.P. Lovecraft!




Titolo: Lovecraft’s Innsmouth
Autore: Claudio Vergnani
Editore: Dunwich Edizioni
Genere: Horror
Pagine: 462
Formato: ebook
Prezzo: € 2,99 
Link per l’acquisto: amazon

Sinossi:
«A volte ci si muove in un territorio vago», disse il professore. «Pieno di nebbia. Una nebbia fitta, che rende ciechi, che assorbe ogni rumore e fa perdere l’orientamento. Ecco, a Innsmouth noi ci muoviamo in quella nebbia. Non sappiamo niente di ciò che vi si nasconde dentro. Intuiamo qualcosa. E quel qualcosa intuisce a sua volta la nostra presenza.» Prese la saliera e la posizionò a capotavola. «Questi siamo noi», spiegò. «Per trovare ciò che cerchiamo dobbiamo avanzare in quella foschia.» Spostò la saliera in avanti. Poi mise un bicchiere nel centro. «Questa è Innsmouth. Quella vera. È tutto ciò che noi possiamo vedere. Ma è anche ciò che gli altri possono vedere.» Posizionò il contenitore del pepe all’altro capo della tavola. «Ecco, questi sono… loro. Noi avanziamo in mezzo alla nebbia, verso Innsmouth. Ma naturalmente così facendo potremmo finire per segnalare la nostra posizione. Allora forse sarebbe più saggio rimanere fermi.» Riportò la saliera al punto di partenza. «Ma anche questa scelta non è priva di pericoli. Rimanendo fermi saremmo un bersaglio facile da inquadrare. E allora forse sarebbero loro ad attraversare quella nebbia per raggiungerci.» 
Assistetti inquieto alla marcia del pepe verso di noi.
Scese il silenzio. La superficie del tavolo sembrava veramente svaporare in una caligine indistinta. Dovetti sbattere due o tre volte le palpebre per fugare quella sensazione. 

Dalla prefazione di Franco Pezzini:
“… Ritroviamo i due personaggi come perplesse guardie del corpo di un professore – tal Franco Brandellini – in visita presso una specie di Disneyland lovecraftiana sulle coste del Massachusetts: una Innsmouth farlocca dove i turisti assistono a finti rituali e vagano sghembe comparse camuffate da uomini pesce. Possibile che sotto il velo della mascherata ci sia qualcosa di vero? O anche questo rientra nel gioco di specchi e di nebbia di una situazione continuamente cangiante, dove le certezze sembrano slittare come i piedi sull’umidore della costa?”



I suoni cadenzati – qualcosa di bagnato che colpiva la pietra levigata del pozzo – si facevano più forti. 
I rumori si avvicinavano. Chiunque – qualunque cosa – stesse risalendo le pareti stava per uscire. 
Persino Mariko fissava come ipnotizzata gli orli del foro, respirando a fatica. Le presi una mano, che lei strinse con forza. 
Buttai lì una frase nata dalla disperazione: «Qualunque cosa uscirà da quel cazzo di pozzo non potrà toglierti ciò che sei. Mi senti? Ricordalo.»
Si riscosse, distogliendo per un momento lo sguardo dal pozzo. Mi guardò negli occhi con un’intensità che non le avevo mai visto prima, e alla fine mi baciò. Un bacio istintivo, incondizionato, disperato.
Poco da fare. Ci si può credere evoluti o superiori finché si vuole, ma certe cose danno forza. Mi sentii pronto a tutto. L’unica cosa che contava era difenderla. Nel momento supremo molte cose che si pensa abbiano tanta importanza scompaiono. 
I rumori si arrestarono a pochi metri dal ciglio. Il silenzio era così profondo che potevamo sentire il gocciolio dell’acqua che fluiva dalla cosa e ricadeva in fondo, nell’oceano. 

L’autore:
Claudio Vergnani nasce a Modena nel 1961. 
Svogliato studente di Liceo Classico, ancor più svogliato studente di Giurisprudenza, preferisce passare il tempo leggendo, giocando a scacchi e tirando di boxe. Allontanato per indisciplina dai Vigili del Fuoco, dopo una breve e burrascosa parentesi militare ai tempi del primo conflitto in Libano, sbarca il lunario passando da un mestiere all’altro, perso nei ruoli più disparati ma sempre in fuga da obblighi e seccature. 
Nel 2009 si fa conoscere ed apprezzare, grazie a uno stile originale e innovativo - che intreccia ironia, horror e action ad una malinconica vena esistenziale - con il suo primo romanzo, Il 18° Vampiro, seguito da Il 36° giusto (2010) e da L’ora più buia (2011), trilogia pubblicata dalla casa editrice Gargoyle di Roma. 
Nel 2010 partecipa con il racconto Il nuotatore all’antologia Stirpe angelica, edita da Edizioni della Sera. 
Collabora con riviste e magazine come Il Posto Nero, Nero Cafè e Altrisogni, pubblicando recensioni e racconti.
Nel 2013 pubblica I Vivi, i Morti e gli Altri con Gargoyle books e il thriller Per ironia della morte con Nero Press.




Che atmosfera torbida, eh, astronauti? Quell'estratto è davvero coinvolgente!
Se siete appassionati di Lovecraft questo romanzo farà sicuramente il caso vostro ;)
Oppure... non è che lo avete già letto? ;)
In ogni caso, il post è aperto ai commenti: dite la vostra!


giovedì 26 novembre 2015

Segnalazione ebook Steampunk:"Vapore Nero" di Gianluca Malato (Dunwich Edizioni)

Cari astronauti,
oggi ho avuto una lunga giornata piena d'impegni burocratici e lavorativi, ma l'importante è che mi stia avviando verso la soluzione ;)
Purtroppo non ho ancora avuto modo di procedere col terzo giro di bozze di "Eleinda 2 - La Formula dell'Immortalità" (sono ferma al terzo capitolo! T_T) ma non mi butto giù e anzi, procedo con i miei progetti; il minimo che possa fare è pubblicare qualche segnalazione qui sul blog, proprio come vi avevo promesso a inizio settimana. Inoltre ho visto che interagite con queste segnalazioni, dunque ho dedotto che le trovate interessanti quanto lo sono per me! :D
Ma basta con le chiacchiere! E' il momento di lei, la rubrica...

Rubrica dedicata alle segnalazioni
di autori emergenti e case editrici
(per la tua segnalazione, scrivimi)

Come forse avrete notato, questa settimana mi sono sbizzarrita con gli ebook editi da Dunwich Edizioni; oggi è la volta di uno steampunk!




Titolo: Vapore Nero
Autore: Gianluca Malato
Editore: Dunwich Edizioni
Genere: Steampunk
Formato: ebook
Pagine: 150
Data di uscita: 13 ottobre 2015
Prezzo: € 2,99 (gratis per Kindle Unlimited)
Link di acquisto: amazon

Sinossi:
La Londra vittoriana è governata dalla tecnologia del vapore,  principale fonte di energia e fulcro dell’economia dell’Impero. Alex è un giovane fisico convinto che il vapore possa essere sostituito da una sorgente di energia più economica e pulita: l’energia magnetica. Fa quindi di tutto per costruire il primo motore magnetico, che permetterebbe a chiunque di avere energia gratuita per sempre. Presto però dovrà scontrarsi con interessi economici e politici che vorrebbero mantenere inalterata l’egemonia del vapore. L’estenuante caccia dei servizi segreti, l’amore verso una giovane ragazza irlandese con un passato denso di violenza e dolore, e l’intervento della stessa regina Vittoria si frapporranno tra Alex e il suo progetto.

Contiene anche il racconto Il Sogno di Icarus.



Alex aveva ascoltato attentamente, ma in fondo aveva già il sentore che le cose sarebbero andate in quel modo. Non era il primo preside di facoltà che gli faceva un discorso di quel tipo. La macchina a vapore di qua, il motore a vapore di là… sempre il vapore, quasi fosse l’unico argomento degno di nota nel mondo della Fisica.
Di solito attendeva in silenzio la sviolinata del rifiuto, recuperava la sua cartella e spariva, salutando. Ma quel giorno non aveva voglia di abbassare la testa un’altra volta. No, si sarebbe fatto valere. Soprattutto lì, a Oxford, dove avrebbero potuto valorizzare e apprezzare il suo talento.
«Professore», esordì, tentando di apparire risoluto. «Io credo, con rispetto, che voi dobbiate riconsiderare la vostra posizione.»


L'autore:
Gianluca Malato è nato a Erice nel 1986. Scrive per diletto sin dall’età di 16 anni, pubblicando romanzi brevi e racconti di genere fantastico in vari siti Internet specializzati.
Nel 2008 comincia a collaborare come redattore con il giornale online Fantascienza.com, per il quale scrive notizie sul mondo del cinema e articoli di divulgazione scientifica, inoltre ha collaborato con il portale Silenzio-In-Sala.com, con la rivista Fantasy Magazine e con il blog Ossblog.it.
Trasferitosi a Roma, si laurea in Fisica Teorica con indirizzo Meccanica Statistica dei Sistemi Complessi presso l’Università "La Sapienza", trovando successivamente lavoro nel settore informatico.
Nel 2014 pubblica con la formula del self-publishing una seconda edizione del suo primo romanzo, Il Golem. Nello stesso anno la rivista Fantasy Magazine pubblica il suo racconto di genere sword and sorcery Razziatori di Tombe, ambientato nello stesso contesto fantasy del romanzo Il Cuore di Quetzal, sempre del 2014 ed edito da Nativi Digitali Edizioni.
Nel 2015 pubblica il racconto sword and sorcery La Maschera d’Oro, breve spin-off de Il Cuore di Quetzal. Il racconto rimane posizionato per due mesi consecutivi nella classifica dei 100 e-book gratuiti più scaricati da Amazon. Nello stesso anno pubblica a puntate il romanzo fantasy La Torre del Gigante, poi riproposto in forma cartacea.



Vapore nero... per non dire "petrolio"? ;) Potrebbero esserci delle similitudini... o magari è solo una mia impressione!
In ogni caso, si tratta di magnetismo, il che mi ha subito portato alla mente la serie tv "Lost", visto che l'ho seguita di recente!
Mi piace come scrive l'autore e l'estratto mi ha già incuriosito.
E voi, carissimi, cosa ne pensate?
Avete già letto questo ebook?
Se non lo avete ancora fatto potete acquistarlo cliccando nel link qui sotto.
A domani!



mercoledì 25 novembre 2015

Segnalazione horror: "The Junkie Quatrain – Gli Infetti di Baugh" di Peter Clines (Dunwich Edizioni)

Cari astronauti,
come vi avevo preannunciato, continua la rubrica:

Rubrica dedicata alle segnalazioni
di autori emergenti e case editrici
(per la tua segnalazione, scrivimi)

La segnalazione a cui mi dedico oggi è un ebook che arriva oltreoceano, ma pubblicato dalla nostrana Dunwich Edizioni!



Titolo: The Junkie Quatrain – Gli Infetti di Baugh
Autore: Peter Clines
Editore: Dunwich Edizioni
Genere: Horror
Formato: Ebook
Pagine: 150
Data di uscita: 13 ottobre
Prezzo: € 2,99
Link di acquisto: amazon

Sinossi:
Sei mesi fa il mondo è finito.
Il Contagio di Baugh si è diffuso su tutto il pianeta. Le vittime si sono trasformate in cannibali presto conosciuti con il nome di tossici. La civiltà è crollata e i superstiti hanno creato rifugi isolati per nascondersi dagli infetti… o dai presunti tali.
Ora, mentre la società si avvicina a un punto critico, molte vite si incrociano e si intersecano per due giorni in una Los Angeles desolata. Quattro storie di sopravvivenza in uno scenario post apocalittico. Perché la fine del mondo può significare cose diverse per persone diverse. Perdita. Opportunità. Speranza. O magari solo un altro giorno di lavoro.



Un colpo di frusta echeggiò tra i palazzi e il tossico ruotò su se stesso come se avesse ricevuto un pugno. Cadde a terra. Gran parte della testa era sparita dalla mascella in su.
Holly spinse la donna ancora contro il van. L’altra cercò di liberarsi spintonandola, ma non ci riuscì. «Che succede?»
La guardò negli occhi. «Come ti chiami?»
«Angie. Angie Smi…»
«Angie, devi davvero smetterla di parlare così forte e non devi urlare di nuovo. Capito?»
«Io voglio solo…»
La schiaffeggiò sulla bocca. «Non così forte. La prima regola del fight club è che non si fa rumore. Se devi parlare, bisbiglia. Capito?»
Angie annuì.
Holly la lasciò andare. 
L’altra donna guardò il tossico senza testa. Quando parlò, la voce era poco più di un respiro. «Come hai fatto? Non ti ho visto neanche estrarre la pistola.»
«Qualcun altro ha sparato.» Holly indicò la pozza di sangue e frattaglie a sinistra del corpo dell’uomo. «Direi qualcuno in una posizione elevata, armato di fucile.»
Angie osservò il corpo. «Ma ha ucciso il tossico. È dalla nostra parte, giusto?»
«Forse», disse Holly. «Forse è solo un tizio annoiato che ha deciso di sparare a qualunque cosa si muova.»

L’autore:
Peter Clines ha pubblicato molti racconti brevi e scritto innumerevoli articoli sull’industria cinematografica. È l’autore dei romanzi della serie Ex-Heroes (pubblicati in Italia dalla Multiplayer Editzioni), 14 e The Fold (uscito in America a giugno del 2015). Vive e scrive nel sud della California.




La sinossi mi ha subito ricordato "The Walking Dead", anche perché introduce i diversi punti di vista dei diversi protagonisti.
Interessante e accattivante, non credete? Penso proprio che lo leggerò!
E voi, carissimi, lo avete già letto? Se sì, scrivetemi la vostra opinione nei commenti, altrimenti potete acquistarlo cliccando comodamente qui sotto ;)


martedì 24 novembre 2015

Segnalazione: "Blue Dream" di Alessia Coppola (Dunwich Edizioni)

Cari astronauti,
questa settimana vi tempesterò di segnalazioni perché sono a un nuovo giro di bozze con l'editor di "Eleinda 2 - La formula dell'immortalità"; la pubblicazione è sempre più vicina!
Mi concentro mentalmente su questo secondo volume della serie, in questo modo, le due recensioni che avevo inizialmente progettato di scrivere aspetteranno un po'... ma ne varrà la pena! ;)

Rubrica dedicata alle segnalazioni
di autori emergenti e case editrici
(per la tua segnalazione, scrivimi)

Avete letto "Alice from Wonderland" di Alessia Coppola? Allora questo racconto spin-off farà il caso vostro!





Titolo: Blue Dream
Autore: Alessia Coppola
Editore: Dunwich Edizioni
Genere: Young Adult/Fantasy
Pagine: 81
Data di pubblicazione: 13 ottobre 2015
Prezzo: 0,99 ebook (Gratis per Kindle Unlimited)
Link di acquisto: amazon
Blog del romanzo: http://alicefromwonderlandbook.blogspot.it/

Sinossi:
E se realtà e immaginazione si fondessero? Cosa accadrebbe se uno dei personaggi di Wonderland arrivasse nel presente? Algar è ancora innamorato di Alice e non riesce a rinunciare a lei. Grazie ai consigli di Nikola Tesla, il Brucaliffo viaggia nel tempo pur di ritrovarla, ma un errore di calcolo lo spedisce nel futuro. Quando tutto sembra perduto, la speranza palpita su ali di farfalla.
Una maschera di pizzo, un segreto, un passato da cancellare.
La speranza ha un nome, quello della fanciulla dagli occhi di zaffiro.



Mi resi conto che uomini come Rupert e Tesla avevano il cuore nel presente e la testa nel futuro. Gli uomini avevano perso la visione. E io stavo perdendo tutto. Ero imprigionato in quel tempo come una fiera tra le sbarre, incapace di fuggire. E ad aggravare la mia condanna c’era Aline. Lei era una tentazione che rendeva le mie fantasie proibite e i miei sonni stranieri.
Ed ero bloccato nel futuro con lei.

L'autrice:
Alessia Coppola è nata a Brindisi. È una sognatrice, con l’irrefrenabile passione per la lettura, l’autunno, i lupi e la magia. Quest’ultima, ha fortemente influenzato il suo percorso di ricerca personale.
Nel 2005 pubblica la sua prima racconta di poesie Pensieri nel Vento (Kimerik Edizioni). Del 2009 è la seconda raccolta Canto di Te (Damiano Edizioni).
Nel 2012 inizia a dedicarsi alla scrittura per l’infanzia, pubblicando Le Avventure di Billino lo Stregatto (Wip Edizioni).
Nel 2013 apre il blog letterario Anima d’Inchiostro, occupandosi di interviste, recensioni e contenuti culturali.
Nel 2012 viene alla luce Le Avventure di Billino lo Stregatto (Wip Edizioni).
Nel 2014 firma la sceneggiatura del fanmovie The Crow - Shreds of Memories, proiettato in prima nazionale al Cartoomic di Milano 2015.
Del 2014 è Rebirth - I Tredici Giorni (Dunwich Edizioni) e il prequel del romanzo Soulmates (Dunwich Edizioni). Dello stesso anno è Tre gemme nello Scrigno (Balsamo-Ragione Edizioni).
Il 2015 è l'anno di  Oltre lo Specchio (Edizioni il Ciliegio), Alice from Wonderland (Dunwich Edizioni), Adularia, la trafficante di storie (Edizioni Imperium).




Davvero un ottimo estratto; interessante! Mi piace come scrive Alessia, e nel mio kindle c'è anche il suo "Rebirth - I Tredici Giorni" (sempre edito da Dunwich) in attesa di lettura.
Voi cosa ne pensate? Avete già letto "Blue Dream" o un'altra delle sue opere?
Dite la vostra!


lunedì 23 novembre 2015

Incontri ravvicinati: presentazione di "Eleinda" al Caffè Letterario Notturno Sud a Bologna!

Cari astronauti,
eccomi finalmente a scrivervi il reportage dell'evento "Libri, Libri, Libri!" che si è tenuto lo scorso sabato 21 novembre 2015 al Caffè Letterario Notturno Sud a Bologna.
E' l'occasione giusta per creare una nuova rubrica perché, incredibile ma vero, questa presentazione mi ha entusiasmato così tanto che mi è venuta subito voglia di farne altre!
Per questo, ho deciso di racchiudere questo tipo di post nell'inquietante rubrica:

Rubrica dedicata a incontri, presentazioni, eventi letterari ecc.
Non sono un'aliena, ma sicuramente un po' alienata XD

"Libri, Libri, Libri!" è stato organizzato dalla deliziosa Daisy Raisi di Eventi Letterari Emergenti in collaborazione con l'Associazione Culturale Notturno Sud, che sotto la direzione di Riccardo Perna, ha poi concluso l'evento con un divertente gioco letterario dove tre del pubblico hanno visto aggiudicarsi una copia a scelta tra i nostri libri.
Dovete sapere, infatti, che "Eleinda - Una leggenda dal futuro" era in buona compagnia: c'erano "Amata Tela" di Giulia Madonna, e "Io, Claudia e Pluk" di Maria Grazia Crozzoli, quest'ultimo nonostante l'autrice fosse purtroppo assente per motivi di salute; Daisy Raisi l'ha presentato comunque, e, organizzata con le risposte preventivamente dettate dall'autrice, è riuscita a procedere anche con la sua intervista!

"Io, Claudia e Pluk", "Eleinda" e "Amata tela"!

Poteva poi fermarci quel diluvio? Giammai!
Al massimo ci ha fatto iniziare con un po' di ritardo (causa tipico traffico bolognese, causa navigatore che non si cura di farci entrare in una zona a traffico limitato, e siccome noi lo evitiamo, continua imperterrito a insistere con un "fare un'inversione a U in qualsiasi corsia" - grazie Google Maps!, e per via della mia mancanza di orientamento che, a piedi, sotto la pioggia e senza ombrello - sono come Eleonora Giusti di "Eleinda" che sfida le previsioni! - col GPS del cellulare per trovare il Caffè Letterario sono riuscita a passargli davanti e a tirare dritto, finché quella buon'anima di mio marito, diversamente da me sprovvisto di cappuccio e carico della mia scatola con i libri, ha preso le redini della situazione e ha interpretato correttamente la strada indicata da quell'aggeggio infernale).
Alle 17:20 circa eravamo pronte per la diretta con Radio Emozioni, condotta da Tony Esposito live da Bruxelles!


Io che configuro il portatile (rubato a mio suocero, shh!) per la diretta radio

La presentazione è iniziata proprio con me, con Daisy Raisi che mi ha introdotto a partire dalla luuuuunga biografia (la stessa che trovate qui) commentandola con un "certo che ne hai fatte di cose!", seguita dalla trama di "Eleinda - Una leggenda dal futuro" e dalla lettura di un estratto da parte di un'allieva attrice della scuola teatrale Notturno Sud.


[Il legame tra la ragazza e il drago è cresciuto al punto che la loro empatia si manifesta in una speciale dimensione: a Eleonora basta incontrare lo sguardo del drago per entrare nella “dimensione infinita”, un luogo parallelo - ed esclusivo - dove le menti dei due si fondono per comunicare tra loro; la percezione è istantanea, pertanto è spesso il drago a concludere i pensieri della ragazza. L’estratto riguarda le sensazioni di Eleonora durante il primo dialogo con Indaco]

Eleonora era rimasta folgorata da Indaco nel momento esatto in cui aveva aperto quell’incubatrice: quando aveva appreso la sua vera natura e scoperto che era un drago, si era aggiunta meraviglia, incredulità e ammirazione. Ora la creatura si apriva totalmente a lei, in un modo sorprendente, impensabile, e le mostrava la sua essenza, il lato più profondo di sé e che desiderava condividere con lei. C’era adorazione, riconoscenza; si sentiva prediletta.
L’essere più raro di questo mondo si offriva a lei.
L’essere più raro di questo mondo desiderava stare con lei.
Proprio con lei.
In più, la conosceva nel profondo come nessun altro avrebbe potuto, in un modo che nessun altro avrebbe compreso, perché Indaco era in grado di percepire tutti i suoi più sottili messaggi.
Quella creatura era lì per lei.
Se all’inizio era capitato tra le sue mani per caso, ora capiva che lui l’aveva scelta, in qualche modo, consapevolmente.
Sarebbe potuto andarsene quando voleva, invece era ancora lì al suo fianco. Per lei.
Eleonora si sentiva così felice che i suoi occhi s’inumidirono, e una volta distaccato lo sguardo dalla creatura, il capannone ritornò a essere lo stesso.
Uscirono dal rifugio, consapevoli che niente sarebbe più tornato come prima; respirarono quella nuova aria fresca a pieni polmoni.
Si guardarono e decisero di abbandonarsi alle piccole gioie della vita: Indaco aprì le fauci e sollevò la lingua per assaporare la neve fresca che scendeva dolcemente dal cielo grigio; la ragazza lo imitò. Si diressero al parco giochi abbandonato, ed Eleonora lavorò la neve con le mani fino a creare la sagoma di un drago, quindi Indaco tracciò un segno con le unghie, una figura femminile stilizzata che sul fianco della creatura sembrava camminasse
con lei. Infine corsero, lasciando impronte sui sentieri innevati.
Eleonora udiva le proprie risate, poi si sdraiava sulla terra ghiacciata, su quell’impronta appena stampata, e il suo corpo disteso rientrava completamente nella forma della zampa del drago. “Sono parte di te”, pensava, e mentre sognava di tenere quella creatura tutta per sé, lui volò via, quasi a insegnarle qualcosa, in un distacco che la fece sentire improvvisamente sola.
Solitudine. Fosse anche solo per un attimo, senza di lui tutto ciò che la circondava — il resto — diventava superfluo. Con lui si sentiva come in una casa, che sebbene sconosciuta, era capace di creare sensazioni da considerarla come tale; poteva girovagare con disinvoltura, ma se lui se ne andava, diventava notte fuori e
dentro; era come se si spegnessero bruscamente le luci. Silenzio. Nulla. Poi Indaco tornava, e con lui, la sicurezza.
Era con lui che la neve era bianca, era con lui che il terreno era soffice. Era con lui che fuori era freddo, eppure dentro, nella parte sinistra del petto, era più caldo delle giornate estive.
E cos’erano quelle risate?
Forse perché udiva solamente la propria voce, comunque le sembrava di non essersi mai lasciata andare a delle note così acute. Erano davvero possibili? Erano davvero le sue?
Per risposta, rise ancora.
Ridere per ogni sciocchezza. Così, senza un perché.
O forse c’era un motivo; era solamente difficile da definire.
Era un gioco che sapeva di corteggiamento.
Semplicemente, amore.
Un amore surreale, incomprensibile e paradossale, ma in fondo,
non sono proprio questi gli aggettivi che appartengono a
questo sentimento?
Una ragazza e un drago.
Occhi verdi e occhi blu.
Corpo bianco e freddo, corpo indaco e caldo.
Due, ma una cosa sola.



Una degli allievi attori della scuola teatrale Notturno Sud recita Eleinda!

Subito dopo è giunto il momento clou, quello per cui nei giorni precedenti avevo avuto l'incubo della scena muta addirittura due volte: l'intervista!
Come vi avevo anticipato, a differenza delle altre presentazioni stavolta mi sono preparata, e a parte l'imbarazzo iniziale (che di solito, francamente, è sempre stato peggio di così XD) mi sono sciolta fino ad avere una certa dimestichezza, alla fine. Poi va beh, secondo mio marito mi devo rilassare ancora un bel po', ma personalmente penso di aver fatto dei progressi... un po' alla volta, eh! ^^

L'intervista


1) Il tuo fantasy dal titolo "Eleinda" è ricco di insegnamenti, Valentina. In particolar  modo, mi ha colpito una frase che recita così: "Fuori non c'è luce, ma non permettere al male di soffocare quello che c'è in te".  Vuoi commentarla?
Questa frase è un mantra che mi ripeto spesso quando sono triste, quando vedo che comincio a entrare in quel vortice oscuro che annega tutte le speranze; pur cadendo giù, ho sempre un pensiero positivo che mi rende possibile la risalita. In effetti, è una frase che mi rispecchia molto. Ho deciso d'inserirla perché potesse essere un pensiero, mi azzardo a dire “filosofia di vita”, utile anche agli altri, e se consideriamo gli avvenimenti di questi ultimi giorni, sono un esempio perfetto: i media esercitano un terrorismo psicologico costante, senza tregua. Che si tratti del telegiornale o dei quotidiani siamo circondati da fatti di cronaca nera, disastri mondiali ambientali, atti di terrosimo, crisi economiche... ci  mostrano una visione fin troppo oscura di quella che è la nostra realtà. Per questo spengo la TV, seleziono gli articoli da leggere e vivo le mie giornate tenendo ben presente i sogni e gli obiettivi che mi sono prefissata. E mi circondo d'amore, che come dice una celebre canzone: l'amore è la risposta. Sempre. Queste considerazioni sono un po' l'essenza di “Eleinda”: la denuncia ai mass media, e la salvezza della Terra che si ripone nell'amore, in questo  caso, nel legame tra due esseri completamente diversi capaci di guardare oltre le apparenze, senza usare gli occhi, ma il cuore.


2) I  protagonisti della tua storia sono un drago, Indaco, e una ragazza, Eleonora. Il titolo del tuo libro, "Eleinda", è il risultato della fusione dei loro nomi. Li unisce un forte amore spirituale e sono essi stessi simbolo di nobiltà d'animo e di eroismo. Come hanno preso forma nella tua fantasia? Da cosa hai tratto spunto per creare questi due personaggi?
C'è un episodio a cui accenno nel libro che in realtà è preso proprio dalla mia vita: racconto di Eleonora quando aveva un piccolo inseparabile nella sua casa a Verona, e lei dice che col tempo aveva legato così tanto con quella creatura che le sembrava di capire tutto (o quasi) quello che l'animale intendesse comunicarle. Ecco, io avevo un'inseparabile di nome Luce e abbiamo vissuto, nella sua breve vita, un rapporto platonico, poiché lei non era di quei pappagallini ammaestrati, quindi sì, la facevo uscire dalla gabbia, ma lei non mi si arrampicava addosso; volava per casa, esplorava nei vasi... la lasciavo libera, insomma. Quando la guardavo nei suoi piccoli occhi neri, mi ci perdevo: la fissavo e mi sembrava che tra i nostri sguardi intercorresse qualcosa di più profondo oltre le apparenze... inoltre le avevo insegnato dei comandi che lei eseguiva prontamente, tipo “capriola”, “vieni qua”, e quando vedi che un animale che non parla la tua stessa lingua ti capisce comunque e reagisce di conseguenza è di una soddisfazione unica. Non mi sono più di tanto stupita quando ho letto, di recente, che tra gli animali e l'uomo, attraverso lo sguardo, si rilascia una sostanza che la possiamo paragonare all'amore incondizionato e alla gioia di un neonato quando vede il genitore. Quindi il legame empatico tra il drago Indaco ed Eleonora deriva da questa mia piccola esperienza. Da tre anni a questa parte ho un cane che vive in casa con me: ho trovato Indaco in lei! Sta male quando sto male io, riflette il mio stato d'animo ma al tempo stesso mi provoca, come per stimolarmi a reagire... La figura del drago, comunque, è nata perché ho una passione innata per queste creature: mi affascina la mitologia in generale, ma i draghi sono tra tutte, le creature più sagge, austere, potenti, coraggiose...  hanno diversi poteri e hanno le ali! Mi piacerebbe avere un drago!

3) Eleonora vivendo in simbiosi con Indaco e accompagnandolo nella ricerca delle sue origini adempie a un compito ben preciso. Vuoi parlarcene?
Bella domanda! In “Eleinda” convivono un romanzo di formazione e un romanzo che con le sue metafore riflette una visione che si estende alla nostra realtà.
Il percorso di formazione riguarda sia Eleonora sia Indaco. Quest'ultimo, essendo un drago creato in laboratorio non è come quelli di cui si narra nelle leggende: non ha poteri, il che lo rende vulnerabile e debole rispetto agli altri, perciò, lui ed Eleonora evolveranno insieme, non solo nelle capacità fisiche ma anche in quelle emotive; affrontando diverse prove impareranno che dalla loro piccola lotta per la sopravvivenza (i due sono infatti costantemente braccati dagli scienziati della European Technology) dipendono le sorti dell'umanità, perché le idee dello scienziato dottor Brandi potrebbero portare a conseguenze catastrofiche: Indaco non è il suo unico esperimento, e come lo scienziato dice spesso, lui è quello mal riuscito. Come scritto nel prologo, il dottor Brandi ritiene d'avere la chiave per la svolta dell'umanità, quella che noi comunemente chiamiamo “apocalisse”... sinceramente preferisco fermarmi qui per evitare anticipazioni! Dico solo che l'apocalisse cristiana prevede l'arrivo di un drago a sette teste, e nella mia fantasia, l'apocalisse s'intreccia con la profezia del regno dei draghi. A questo punto: ogni parola in più è un'anticipazione! Mi fermo qui.


4) Il racconto è ambientato in un'epoca lontana dalla nostra, nella quale la società è frutto dell'omologazione più assoluta e il rapporto fra uomo e natura è completamente compromesso. Aspetti questi che stanno diventando sempre più allarmanti anche nella società attuale. Eleonora si muove in un ambiente a lei estraneo: è decisamente una ragazza controcorrente. Quanto c'è di te in lei?
Tutto! O meglio, quella che ero fino a qualche anno fa: nell'adolescenza e da ragazza quando dovevo rapportarmi con i miei compagni di scuola e i professori, dai venti ai ventisei anni quando mi sentivo un piccolo ingranaggio schiavo del sistema. Mi sono sempre ribellata, ma col pensiero, con le idee, senza fare rumore, senza pestare piedi... per questo apparivo come una che, siccoma stava zitta, allora le andava bene tutto. In realtà non vedevo l'ora di essere libera e indipendente; uscire dall'ambiente scolastico, lavorare in proprio nell'azienda di famiglia. In passato mi sentivo fuori posto, fuori dal tempo se guardavo le persone intorno a me. Mi considero piuttosto tecnologica, ma come Eleonora ho posto dei limiti perché non voglio dipendere da questi strumenti. Quando al pomeriggio sto un po' troppe ore davanti al computer, approfitto della mia cagnolina per uscire a farci lunghe passeggiate. Sono tendenzialmente solitaria, e il silenzio, o meglio, i rumori della natura, sono per me sinonimi di pace e tranquillità. Mi rigenero. Per questo adoro il mio lavoro, quello dei mercati in piazza, perché anche se molti lo ritengono un lavoro pesante perché ci si alza presto la mattina e si subiscono le varie temperature al massimo, per me è stimolante, e al tempo stesso mi da l'apertura mentale necessaria a pensare a un nuovo libro! I mercati mi stanno così a cuore che gli ho dedicato un intero capitolo in “Eleinda”. C'è anche qualche riferimento al tempo atmosferico, perché nel mio lavoro mi capita spesso di sentire gli altri ambulanti lamentarsi, come se fosse giusto pretendere che il tempo faccia come vogliamo noi! Allora in “Eleinda” ho creato “le perfette previsioni del tempo”, a titolo provocatorio. Sembra che sia nella natura dell'essere umano quella di avere il controllo su tutto... Devo dire, comunque, che c'è anche un po' dell'antagonista dottor Brandi, in me: è un po' il mio lato oscuro, ed essendo uno scienziato che sperimenta e crea siamo simili, visto che anch'io creo e sperimento attraverso la scrittura!

5) Il tuo romanzo è pieno di riferimenti storici, mitologici e geografici: sono frutto di approfondimenti e/o studi condotti individualmente?
Sì, mi sono documentata come autodidatta. Sono una persona curiosa! Riguardo le località, tra le mete del viaggio di Indaco ed Eleonora ci sono anche dei luoghi che ho visitato in prima persona, tipo il Colosseo a Roma, le terme di Saturnia, il relitto a Capo Verde, i siti archeologici del Messico... Conducevo le mie ricerche sulle leggende dei draghi e intanto organizzavo le tappe del viaggio di Indaco ed Eleonora tenendo presente i luoghi che, a seguito delle mie visite,  desideravo omaggiare. E' seguendo le leggende dei draghi che i due tentano di scoprire le origini e i poteri perduti di Indaco, e di leggende sui draghi ce ne sono in tutto il mondo! Devo dire però che non tutte le creature che ho inserito sono prettamente dei draghi: ad esempio, il “serpente piumato” in Messico e la divinità egizia Apopi sono identificati come serpenti o mostri simili ad essi; è nel mio immaginario che li ho visti come draghi. Comunque, trattandosi di leggende, non riportano la verità al 100%, quindi mi sono sentita libera di giocarci sopra!


6) Nel tuo libro assume particolare importanza il tema della modificazione genetica, degli esperimenti condotti in laboratorio,  alterando o addirittura sconvolgendo le leggi della natura, nella pretesa assurda dell'uomo di sostituirsi a Chi ha creato la vita. Vuoi parlarcene, sottolineando il tuo punto di vista in merito?
Il mio punto di vista rispecchia quello di Eleonora: penso che ci siano dei limiti che non bisogna valicare, ad esempio, generare una vita scegliendo tutte le caratteristiche fisiche a priori. Nel libro tratto anche la clonazione, e a tal proposito confesso che non sarei capace di trattare diversamente degli esseri creati in laboratorio; mi comporterei esattamente come Eleonora che pur avendo una sua precisa etica non può fare a meno di affezionarsi a Indaco e amarlo così com'è. La mia visione romantica mi porta a credere che ci sia un'anima in ogni cosa, e appunto per questo certi passi “azzardati” mossi dalla scienza mi fanno paura. Mi chiedo fino a che punto sia giusto spingersi... con “Eleinda” metto tutto questo in discussione.

7) Al termine del libro  si accenna a un seguito delle vicende narrate in "Eleinda". Ci stai già lavorando?
In realtà io e l'editor lo stiamo già editando! Dovrebbe uscire tra gennaio-febbraio 2016. Eleonora e Indaco continuano a seguire le leggende per riunire le creature rimaste in un nuovo regno dei draghi. Nel frattempo, il dottor Brandi non ha smesso di pensare a una strategia per riprendersi Indaco: il suo ultimo esperimento è un'idea bizzarra, ossia trasformarlo in un essere umano! In questo modo il drago sarà nuovamente vulnerabile e mortale... Il titolo del libro è “Eleinda 2 – La formula dell'immortalità” perché, diciamolo, il dottor Brandi aspirava a questo fin dall'inizio. Una delle novità di questo secondo volume è che seguiremo molto più da vicino le vicende di Alessandro; l'amico di Eleonora conoscerà una dragonessa con cui instaurerà un legame. Al tempo stesso, il legame tra lui ed Eleonora è come un elastico fatto di allontanamenti e riavvicinamenti: il rapporto con un drago è esclusivo e disarmante per gli esseri umani, e se Indaco diventasse umano, come si sentirebbe Eleonora? Nel frattempo è uscito anche il racconto prequel della serie: “Eleinda Prequel- La vita prima della leggenda” e lo sto distribuendo gratuitamente in formato ebook tramite l'iscrizione alla Newsletter di Eleinda Books; trovate il modulo per l'inserimento della vostra e-mail nel sito di Eleinda http://valentinabellettini.wix.com/eleinda. Iscrivendovi sarete aggiornati sui prossimi volumi e leggerete estratti in anteprima!


Signor barista, uno spritz e una copia di "Eleinda", grazie!

Il pubblico era formato da una ventina di persone; non sono pervenute ulteriori domande, così, i riflettori sono passati a puntare Giulia Madonna e il suo "Amata Tela" seguendo lo stesso procedimento della mia presentazione, e subito dopo la stessa sorte è toccata a Maria Grazia Crozzoli e il suo "Io, Claudia e Pluk".
A quel punto si è conclusa la diretta con Tony Esposito di Radio Emozioni, e nel Caffè Letterario Notturno Sud l'atmosfera si è rilassata fino a esplodere nel divertimento del gioco letterario a cura di Riccardo Perna! Tra gli agguerriti e acuti versi animali per aggiudicarsi la possibilità di rispondere alle domande del quiz (requisito fondamentale per la prenotazione dopo il "buzz"), la pesca di alcune frasi sui libri e le bizzarre penitenze, è stato necessario persino uno spareggio prima di decantare i tre vincitori. Alla fine del gioco, anche le autrici hanno guadagnato in questo modo un nuovo lettore :)
Tra dediche, autografi, e complimenti dal pubblico ricevuti a tu per tu, si è consumato il gustoso, ricco, e vario buffet, con tanto di gaffe finale da parte mia che ho rovesciato e rotto un bicchiere... la parte imbarazzata di me doveva per forza mostrarsi, prima o poi! >_<


Si banchetta!

L'evento si è protratto fin quasi alle 20, complice le mie chiacchiere con l'autrice Giulia Madonna, una persona squisita, umile, e sicuramente anche capace visto che il suo "Amata Tela" ha ricevuto la Menzione Speciale della Giuria al Premio Kafka Italia 2015.

Si conclude così il mio diario di questa bella esperienza! Ringrazio tutti coloro che l'hanno resa possibile, in particolar modo Daisy Raisi per la professionalità e il tempo che ha dedicato ai nostri libri (prima la lettura dei romanzi, poi la preparazione delle domande, l'organizzazione dell'evento...) e l'Associazione Culturale Notturno Sud per averci offerto la location, il buffet, e per la possibilità di lasciare una copia dei nostri libri in vetrina per un mese! Grazie anche a Tony Esposito di Radio Emozioni per la diretta da Bruxelles!
Presto caricherò il video dell'intevista su YouTube, nel frattempo, grazie anche a chi ha seguito questo reportage!
A presto!


Pioggia di stelle! Segnalazione ebook gratis #3

Cari astronauti, buondì!
in attesa di preparare il reportage sulla presentazione di "Eleinda" avvenuta due giorni fa a Bologna, pubblico urgentemente questo post poiché alcuni degli ebook che ho trovato gratuitamente hanno un'offerta che scade domani!
Ci tengo a dari un buon servizio ^.^

Segnalazioni di Ebook legalmente scaricabili gratuitamente
per un periodo di tempo limitato: affrettatevi!

Come si legge nella didascalia: questi sono ebook scaricabili legalmentegratuitamente, per un periodo di tempo limitato, dunque non vi garantisco che siano ancora disponibili quando leggerete questi post, ad esempio, "Il segreto del vicolo della serpe" è disponibile gratis fino a domani.


Titolo: Il Segreto del Vicolo della Serpe (Thriller fantasy)
Autrice: Luisa Mazzocchi
Prezzo Copertina Ed. Cartacea: EUR 11,44
Prezzo edizione digitale: EUR 0,99 Prezzo: EUR 0,00 QUI

Sinossi:
Laura è una professoressa di lettere che vive ad Ancona, sposata con Ezio e madre di due adolescenti. Da giovane era una donna romantica e sognatrice, però, così come la vita è in grado di stupirti e contagiarti così numerose delusioni private e lavorative hanno rotto l’incantesimo e ora, nel 2014, Laura è stremata e sfiduciata. Non crede più nel suo lavoro e non crede più nemmeno nel suo matrimonio.
Anche la televisione rema contro i suoi sogni e contribuisce a deprimerla. Al telegiornale, infatti, trasmettono la storia della piccola Noemi, scomparsa mentre giocava nel giardino della sua abitazione. Stanca di essere circondata da tutto questo dolore, Laura decide di distrarsi su Facebook e tra una notifica e l’altra scopre di aver ricevuto un messaggio.
Purple, un suo vecchio compagno di scuola, dopo anni di silenzio la contatta per invitarla ad uscire insieme. Laura è indecisa, sa di essere sposata e di avere la responsabilità dei suoi figli, però stabilisce che è arrivato il momento di ritagliarsi degli spazi solo per lei e accetta l’invito ignara di quello che succederà. L’orrida Gola dell’Infernaccio sarà il teatro di un episodio che segnerà in maniera indelebile il futuro della protagonista, lo sfondo di una vicenda in cui passato e presente si intrecceranno mostrando il vero volto di un mistero che colpì la sua famiglia quasi settant’anni prima.
Il Segreto del Vicolo della Serpe è un romanzo new style dove il thriller, il romanzo storico e il fantasy si uniscono. Una vicenda che in sé racchiude temi attuali come la precarietà dei valori e la sfiducia nel sistema scolastico e lavorativo, ma allo stesso tempo si rianima attraverso la fantasia, i colpi di scena e le antiche leggende dei Sibillini.


Titolo: Un Assaggio di Dunwich 5
Autore: Fabrizio Cadili-Marina Lo Castro / Gianluca Malato / Maria Benedetta Errigo / Cristiano Fighera
Genere: Horror/ Steampunk/ Urban Fantasy
Pagine: 76
Prezzo: EUR 0,00 QUI
Data di Uscita: 13 Ottobre

Sinossi:
L'antologia contiene quattro racconti completi:
- Persefone, di Fabrizio Cadili e Marina Lo Castro
- Sulla Rotta della Black Steam, di Gianluca Malato
- Il Segreto, di Maria Benedetta Errigo
- Come fu che la Lucertola Trovò la sua Tana, di Cristiano Fighera


Titolo: I Segreti Militari per Gestire il tuo Tempo come un Sergente Istruttore: Scopri i 15 segreti per far schizzare la tua Produttività e le 7 tecniche di guerra per Motivarti e non Rimandare più
Autore: Davide Rampoldi
Prezzo Copertina Ed. Cartacea: EUR 12,38
Prezzo edizione digitale: EUR 5,95 Prezzo: EUR 0,00 QUI

Sinossi:
Il SUCCESSO professionale e la realizzazione del proprio stile di vita ideale è inesorabilmente correlato alla capacità di ciascuno di gestire il proprio tempo, portando a termine gli obiettivi prefissati.
Questo non è l'ennesimo libro su come definire i propri OBIETTIVI
Perché quello che manca a tutti è la parte PRATICA, l'azione, quello che poi accade sul campo, quando devi tradurre ciò che sta sulla carta (e nelle infinite liste che ti hanno detto di compilare).
Lo scopo del Metodo Tempo Super (di cui "I Segreti Militari..." è il primo libro) è proprio quello di aiutarti a "scaricare a terra i cavalli" mantenerti focalizzato, con una direzione chiara e, soprattutto una STRATEGIA precisa su come realizzare gli obiettivi che ti sei dato Non è nemmeno un libro di MOTIVAZIONE di quelli che ti pompano un po' e ti iniettano della droga virtuale nel cervello... Non troverai visualizzazioni, cerchi dell'eccellenza, terminologia da PNL o da new-age. L'autore infatti è un ingegnere che ha fatto per oltre 10 anni l'informatico. Quindi le sole cose che capisce (ed a cui crede) sono numeri, grafici e algoritmi/procedure. Gli OBIETTIVI senza motivazione restano solo fantasie cerebrali. Se aggiungi la motivazione è facile partire ma altrettanto facile arrestarsi e disperdersi alle prime difficoltà. E' solo con l'iniezione di un SISTEMA completo di pianificazione e gestione del tempo che è possibile tradurre in concreto i sogni e le aspirazioni. Perché seguire un sistema offre 3 JOLLY che nessuna altra tecnica segreta, ipnotica o esoterica riesce a garantire:
- Sai sempre a che punto sei e quanto ti manca
- Se qualcosa va storto (beh, la sfiga conta eccome) avere un sistema ti consente di riprendere il filo e capire esattamente cosa e dove non ha funzionato
- Puoi insegnarlo agli altri, oltre che migliorarlo costantemente
Il Sergente Istruttore ti metterà in riga e finalmente imparerai
- come creare la tua giornata ideale che ti fungerà da faro (senza indugiare ai quei dettagli su cui insistono tutti gli altri corsi)
- come eliminare i 14 KILLER della tua produttività (persone, circostanze, disfunzioni che tirano il freno a mano della tua produttività)
- quali STRUMENTI usare per organizzare concretamente progetti, attività e calendario (sia da pc/mac che da smartphone)
- quali sono le prime attività da abbandonare o delegare se vuoi avere più tempo da investire nelle attività davvero strategiche per la tua crescita personale e professionale
- le 7 tecniche anti-PROCRASTINAZIONE che ti sbloccheranno nei giorni (capitano) in cui non avrai voglia di fare proprio niente, avrai il morale sotto i tacchi e non te ne va bene una
... e siamo solo a 1/2 del libro...
Lasciati guidare dallo stile molto colloquiale, pratico, semplice e diretto MA NON LEGGERE però questo libro se stai cercando l'ennesimo TRUCCO per sbloccare il forziere della ricchezza. Non c'è legge di attrazione che tenga e che funzioni nella gestione del tempo. LEGGILO se sei in gamba, disposto a metterti in gioco per assimilare un sistema completo per organizzare e pianificare la tua vita a 360°, senza magie o effetti speciali.


Titolo: L'ultima notte di San Valentino
Autrice: Federica Leva
Prezzo Kindle:  EUR 0,00 QUI

Sinossi:
E' la notte di San Valentino ma, anziché festeggiare, il mondo è morto.
Il potente e crudele demone Sinfan atterra sull'ultima isola rimasta da esplorare, nella speranza di trovare qualcuno da bere e infettare con la tossina della follia. È stanco e inizia a delirare, come un comune mortale. Ancora non immagina che quello sfacelo sia una vendetta d’amore e che qualcuno lo stia aspettando, nel chiarore della luna morente.



Come sempre, colgo l'occasione per ricordarvi del mio racconto Prequel di Eleinda che sarà gratis per sempre ;)

Titolo: Eleinda Prequel - La vita prima della Leggenda
Autrice: Valentina Bellettini
Prezzo edizione digitale: EUR 0,00 direttamente via e-mail iscrivendovi alla Newsletter Eleinda Books in fondo al post di questo blog oppure QUI

Sinossi:
Eleonora sta per diplomarsi, e questa è l’ultima occasione per dichiararsi al suo compagno di scuola prima di trasferirsi da Verona all’università di Milano. È anche l’ultimo anno che deve sopportare un gruppetto di “bulle” che la rendono protagonista di episodi imbarazzanti.
A Milano, la European Technology sta attraversando la perdita del fondatore “I”: mentre l’egocentrico dipendente Davide Guerra cerca una ragazza con cui dividere l’affitto del suo appartamento, il dottor Brandi prende le redini dell’azienda, usando i laboratori per il compimento dei suoi piani segreti.
Nella frazione di Villapace, il nonno Salvo e il nipote Alessandro sono costretti ad affrontare una serie di eventi che minacciano il futuro della loro fattoria, compresa l’eventualità del giovane di abbandonare la vita in campagna per una fidanzata molto ambiziosa.
Ambientato tre stagioni (primavera, estate e autunno) prima degli eventi di “Eleinda – Una leggenda dal futuro”, il racconto narra le vite dei cinque protagonisti, inconsapevoli che le loro strade sono destinate a incrociarsi.
L’uovo di una creatura leggendaria si sta per schiudere.



Ecco fatto, carissimi! ^^
Quale di questi ebook pensate di scaricare? Ce n'è già qualcuno, in questo elenco, che avete già letto?
Fatemi sapere!
Intanto vado a preparare quel "famoso" post ;)
Buon proseguimento, buon download, e soprattutto, buona lettura!

La mia serie urban fantasy


Creative Commons License

Questo blog è sotto licenza Creative Commons.
Articoli e recensioni sono opera di Valentina Bellettini, mentre i diritti delle opere segnalate restano proprietà dei rispettivi autori e case editrici.

Le immagini ed i video contenuti nel blog sono in genere sotto lincenza Royalty free, oppure sono stati presi dal web, quindi considerati di pubblico dominio. Per qualsiasi problema di copyright contattatemi e le immagini saranno rimosse. Grazie per la collaborazione!
Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia License

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Universi Incantati partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it/it
Amazon e il logo Amazon sono marchi registrati di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate